venerdì 8 aprile 2016

Fermata la figlia della donna uccisa a Vercelli

Cristina Carenzo portata questa sera in carcere a Vercelli

È stata ammazzata di botte, prima a mani nude poi con un corpo contundente. Questa la tragica fine di Franca Ranghino, 81 anni, il cui cadavere è stato trovato oggi nella villetta alla periferia di Vercelli della figlia, Cristina Carenzo. A dare l’allarme, questa mattina, è stata proprio quest’ultima, ascoltata a lungo dalla polizia e dal sostituto procuratore Serafina Aceto, che questa sera - dopo un lungo interrogatorio - ne ha disposto il fermo: l’avrebbe uccisa in un raptus, al culmine di un violento litigio.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento