lunedì 23 maggio 2016

Ottenevano l’assegno sociale e poi si trasferivano all’estero: 517 denunciati per la maxi truffa all’Inps

Avrebbero riscosso indebitamente 16,5 milioni di euro. Ora si procederà al recupero. I picchi di irregolarità in Sicilia, Campania, Calabria, Lazio e Puglia

Truffa da 16,5 milioni di euro ai danni dell’Inps. Secondo quanto scoperto dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressioni frodi comunitarie della Guardia di Finanza centinaia di persone, dopo aver ottenuto l’assegno sociale dall’Inps, si erano trasferiti all’estero ma continuavano a riscuotere l’assegno attraverso l’accredito sul conto corrente oppure tornando saltuariamente in Italia.

L’operazione, denominata “Italians Out”, ha visto la denuncia di 517 persone e ha riguardato 19 regioni e 81 province. Quelle dove sono stati riscontrati picchi di irregolarità sono la Sicilia (3,7 milioni incassati e 123 denunciati), la Campania (3,4 milioni e 98 denunciati), la Calabria (2,3 milioni e 75 denunciati), il Lazio (1,6 milioni e 48 denunciati), la Puglia (904mila euro e 29 denunciati).

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento