lunedì 6 giugno 2016

Fallisce l'alta pressione: Italia in balia di aria fresca ed instabile...

Anticiclone troppo ad ovest per proteggere adeguatamente il Paese: si rinnoveranno a tratti condizioni di instabilità su molte regioni e soprattutto sui rilievi alpini ed appenninici. Mercoledì sera ulteriore peggioramento al nord con forti piogge temporalesche, in trasferimento nel corso di giovedì verso il centro-sud, con insistenza dell'instabilità sino a venerdì. Sabato la giornata migliore della settimana, brutte prospettive da domenica.


 
COMMENTOè un anticiclone dai passi così incerti da farsi "bucare" addirittura da nord-est, cosa rara persino a giugno. E questa instabilità continua sta dando vita ad una scarica di temporali, la cui frequenza ed intensità certamente stupisce e ancora continuerà a rendere difficile la vita di chi ha scelto questo mese per portare al mare o ai monti i figli o i nipotini.

 SITUAZIONE: correnti fresche ed instabili da nord-est si infilano lungo il bordo orientale dell'alta pressione e determinano manifestazioni temporalesche intermittenti su molte zone del Paese, soprattutto sui rilievi e nelle zone interne, in qualsiasi ora del giorno e della notte, ma in particolare nel corso del pomeriggio. Più sole sulle Isole Maggiori e temporanee schiarite anche su coste e pianure.

EVOLUZIONE: martedì e mercoledì tempo simile con rinnovo dell'instabilità sui monti e sui versanti tirrenici con temporali sparsi nel pomeriggio.

 PEGGIORAMENTOuna recrudescenza dell'instabilità è prevista tra mercoledì pomeriggio e le prime ore di venerdì, quando il ritiro dell'alta pressione verso ovest, favorirà una ulteriore discesa di aria fresca da nord-est sul territorio con peggioramento temporalesco nella notte su giovedì al nord, in successiva estensione giovedì al centro e in trasferimento venerdì sul meridione.

SABATO tregua soleggiata su gran parte del Paese, ma il modello americano ha in serbo grosse sorprese per i giorni seguenti, sempre che l'evoluzione ufficiale di stamane possa essere considerata affidabile.

TRACOLLO: ulteriore dell'alta pressione da domenica 12 con affondo di una saccatura dal nord Atlantico sin sul nord Italia con peggioramento sino a metà mese con aria fredda per il periodo, piogge e temporali, che si faranno sentire anche al centro e marginalmente al sud. Da confermare.

Continua qui

Il modello americano lancia ora prospettive clamorose: per la prossima settimana prevede il passaggio da tempo instabile a tempo perturbato, soprattutto al nord, ma con riflessi anche sul resto del Paese e con temperature sotto la media. Un inizio d'estate davvero sorprendente!


L'ESTATE NON DECOLLA: nuova settimana più calda ma con ancora temporali

 

Nessun commento:

Posta un commento