mercoledì 29 giugno 2016

Istanbul, spari sulla folla ed esplosioni all'aeroporto Ataturk: almeno 36 morti e 147 feriti

Attentatori suicidi si sono fatti saltare in aria dopo aver aperto il fuoco sui passeggeri nel terminal voli internazionali. Un commando di 7 persone, la polizia ha cercato di neutralizzalo a un varco d'ingresso. Tutti i voli sono stati cancellati e lo scalo è stato evacuato.


 ISTANBUL - Potrebbero esserci gli islamisti dell'Is dietro al nuovo attentato terroristico colpisce Istanbul. Come a marzo a Bruxelles, è il maggiore aeroporto della Turchia a finire sotto attacco. Almeno 3 terroristi armati di kalashnikov hanno aperto il fuoco intorno alle 22 locali ai controlli di sicurezza nella zona degli arrivi dell'aeroporto Ataturk, provocando almeno 36 morti e 147 feriti. Ma sul numero degli attentatori al momento non c'è chiarezza: secondo fonti anonime di polizia, citate da media turchi, potrebbero essere sette le persone componenti del commando. Uno sarebbe stato arrestato, mentre altri 3 sarebbero in fuga, oltre ai 3 kamikaze. Non c'è però al momento alcuna conferma ufficiale.

Poco dopo, in tre si sono fatti saltare in aria durante un scontro a fuoco con la polizia. Le esplosioni udite nello scalo sono state almeno 3. E' accaduto alle 22.10 locali, le 21.10 italiane. Sospesi tutti i voli. L'aeroporto è stato evacuato. Renzi: "Siamo vicini alla Turchia". Hollande: "Un atto abominevole"


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento