mercoledì 15 giugno 2016

La maledizione dell’inchiostro verde

Nel Vercellese documenti da rifare per il vezzo del sindaco

Roasio (Vercelli)
La maledizione dell’inchiostro verde ha colpito Roasio e la sua gente giramondo, causando ore di attesa alla dogana, trattamenti da sospetti falsari e qualche imbarco negato in aeroporto. L’ex sindaco assicura che era soltanto un modo per smistare meglio i documenti. Al limite del vezzo personale, come facevano pure Palmiro Togliatti e Ignazio Marino. Ma questa mania di firmare gli atti pubblici, carte d’identità comprese, con la penna verde ha causato parecchi problemi.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento