mercoledì 15 giugno 2016

“Se Londra uscirà dall’Europa il mondo non sarà più lo stesso”

Il Nobel Angus Deaton: «A pagare il conto saranno i più poveri. E l’aumento dei disoccupati farà esplodere le diseguaglianze»


Iseo (brescia)
Se vincerà la Brexit il mondo non sarà più lo stesso». Lo scozzese Angus Deaton, Premio Nobel per l’economia 2015 per i suoi studi su diseguaglianza e povertà, in questi giorni si trova in Italia, a Iseo, per la Summer School, il corso di studi che ogni anno riunisce oltre 70 giovani laureandi da molti Paesi del mondo per assistere alle lezioni di diversi Premi Nobel. La possibile uscita di Londra dall’Ue lo preoccupa.
 
ANALISI Le 7 incognite sull’addio all’Europa della Gran Bretagna

Come cambierà il mondo con la Brexit?
«Negli ultimi 40 anni il mondo è diventato più uguale. Le diseguaglianze si sono ridotte e una grande fetta delle classi più povere è ascesa a classe media. Questa evoluzione però non è dovuta alle decisioni della politica ma è un effetto della crescita economica e della globalizzazione. Ora lo sviluppo economico sta via via perdendo velocità. Allo stesso tempo stanno aumentando le diseguaglianze all’interno dei singoli Paesi. È un paradosso. E la Brexit aumenterà maggiormente le disuguaglianze nei Paesi». 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento