venerdì 19 agosto 2016

Siria, la tragedia di Aleppo negli occhi di un bimbo ferito





Si conosce il suo nome, Omran Daqneesh, cinque anni, ma poco si sa della sua storia. Di certo si sa però che gli occhi esterrefatti di questo bambino siriano sono diventati  l'ultimo simbolo della guerra in Siria, un conflitto che in cinque anni ha ucciso più di 250mila persone e ne ha messe in fuga milioni. La foto è parte di un video girato ad Aleppo: il bimbo viene estratto dalle macerie di un bombardamento e adagiato su una sedia arancione da un volontario che subito lo lascia per andare a soccorrere altre persone. Forse sua madre, forse i suoi fratelli. Resta lì, solo, a guardare il sangue che gli cade addosso e suoi vestiti bianchi di polvere. I suoi occhi, per migliaia di persone che hanno condiviso la sua immagine e per le organizzazioni non governative che da ieri la diffondono,  sono il simbolo della guerra

Dramma Siria, l'Onu sospende la task force: "Aiuti impossibili". Russia: "Pronti a tregua"

Siria, il piccolo Omran diventa un simbolo contro la guerra: sui social siede tra Putin e Obama


Nessun commento:

Posta un commento