mercoledì 24 agosto 2016

Terremoto devasta il Centro Italia: almeno 120 morti

Scossa di magnitudo 6 alle 3.36 con epicentro vicino Accumoli (Rieti). Molti bimbi tra le vittime


Una devastazione anche «peggiore di quella dell’Aquila, mai vista una cosa così». È la reazione dei soccorritori al lavoro nei paesi distrutti dal terremoto della scorsa notte che ha provocato, secondo l’ultimo bilancio ufficiale della Protezione Civile, almeno 120 morti. Qualche centinaio i feriti e un numero imprecisato di dispersi. La terra intanto continua a tremare: un’altra violenta scossa, di magnitudo 4.9, è stata avvertita nel primo pomeriggio scatenando il panico. La scossa più forte, di magnitudo 6, era avvenuta invece alle 3.36 con epicentro vicino Accumoli (Rieti); una seconda di magnitudo 5.4 è stata registrata alle 4,33 con epicentro tra Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata).

NUMERO CENTRALE OPERATIVA DELLA PROTEZIONE CIVILE 800840840

«Tenete la Salaria libera, serve per soccorsi» chiede il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. C’è urgente bisogno di sangue di tutti i gruppi è l’appello dell’Avis provinciale di Rieti.

Continua qui

La madre sopravvissuta all’Aquila perde la figlia di 18 mesi. Dramma dei gemellini: uno si salva, l’altro non ce la fa

Evento sismico tra le province di Rieti e Ascoli P., M 6.0, 24 agosto

Ingv: "Terremoto l'Aquila simile, ma lo scenario è diverso. Non escluse altre scosse come la prima"

Forte terremoto tra Lazio e Marche, 38 morti ma si scava tra le macerie. Amatrice, Arquata e Pescara del Tronto distrutte

Sisma magnitudo 6 non forte per Italia, danni dipendono da vulnerabilità edifici

Il noto geologo Mario Tozzi infuriato: “Italia come il Medio Oriente. Una scossa di magnitudo 6 non dovrebbe provocare questi disastri” !!!

 

 

Nessun commento:

Posta un commento