sabato 1 ottobre 2016

Nipotino guarito da un tumore al Gaslini, il nonno imprenditore dona 800 mila euro all’ospedale

Alfredo Aureli vuole parlare il meno possibile di sé e il più possibile del suo gesto. «Non mi ritengo una persona speciale. Spero solo che il mio gesto arrivi al cuore di qualcuno, e che qualcuno possa emularmi». Questo imprenditore di 72 anni di Verucchio, provincia di Rimini, ha donato al Gaslini 800 mila euro. Grazie a quel denaro l’ospedale pediatrico genovese ha messo in piedi una squadra di neuro-oncologia specializzata nel medulloblastoma, il tumore cerebrale maligno più frequente nell’infanzia.

L’incontro tra Aureli e il Gaslini è avvenuto cinque anni fa. «Avevano diagnosticato a mio nipote Davide, figlio di mia figlia, un tumore cerebrale. All’epoca Davide aveva solo due anni. All’ospedale Bellaria di Bologna ci avevano detto che restava ormai poco da fare. Ci siamo rivolti dunque al Gaslini, un po’ per disperazione, e per otto mesi abbiamo vissuto a Genova, insieme a mia figlia, mio genero, a Davide e al suo fratello gemello. Sono passati cinque anni da allora, Davide frequenta la seconda elementare ed è un bambino felice».

Continua qui

Imprenditore novantasettenne lascia 784.000 euro per i bimbi malati

Nessun commento:

Posta un commento