domenica 30 ottobre 2016

Terremoto, forte scossa vicino a Norcia. "Si è aperta la terra"

Il sisma colpisce ancora in Centro Italia. Scossa di 6.1 di magnitudo, diversi feriti, ma fortunatamente non ci sono notizie di vittime e dispersi. Il sindaco di Castel Sant'Angelo: "E' un disastro". E' la scossa più violenta degli ultimi decenni in Italia, più del Friuli e L'Aquila, seconda solo al terremoto dell'Irpinia nel 1980. Danneggiata anche la Basilica di San Paolo, a Roma

La cattedrale di Norcia dopo la scossa di terremoto.

Ancora paura, ancora crolli, ancora devastazioni. Il Centro Italia si è svegliato con un'altra scossa di terremoto sentita pesantemente anche a Roma ma persino a Bolzano e in Austria. La magnitudo, secondo quanto comunica la Protezione Civile, sarebbe di 6.5 (inizialmente era stata valutata in 7.1 e poi in 6.1) con epicentro tra Norcia, Castel Sant'Angelo e Preci. Diversi feriti, ma fortunatamente non ci sono notizie di vittime e dispersi. Molti i crolli, non solo nelle zone già colpite nei centri già colpiti nei terremoti del 24 agosto e del 26 ottobre. Preoccupanti le parole del sindaco di Castel Sant'Angelo, Mauro Falcucci: "Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che è un disastro! Si è aperta la terra, c'è fumo,un disastro... Spero che i testoni che erano rimasti a Sant'Angelo si siano spostati nella notte".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento