giovedì 6 ottobre 2016

Via XX Settembre contro i migranti, tam-tam di solidarietà “Restiamo umani”

Una mobilitazione nata sui social network per opporsi alla decisione dei condomini del civico 11 di via XX Settembre di impedire la fornitura dell'acqua potabile all'appartamento che ospita i migranti : si è svolta oggi pomeriggio intorno alle 18 la manifestazione in solidarietà dei nuovi inquilini del palazzo, alimentata da un tam-tam su Facebook che ha coinvolto diverse realtà genovesi come l'Arci e il Pd, ma soprattutto semplici cittadini. All’evento hanno preso parte un centinaio di persone.

«Ieri sera una assemblea di condominio, a maggioranza, ha negato la fornitura dell'acqua potabile ad un alloggio che ospita 11 persone fuggite da guerre, catastrofi, fame. Fra questi undici vi sono tre donne incinte e alcuni bambini - si legge sulla pagina Facebook dell'evento - Noi non ci riconosciamo in questa scelta crudele e disumana.

Vogliamo restare umani, vogliamo credere che l'accoglienza sia un diritto. Vogliamo che l'accesso all'acqua sia un diritto! Sappiamo che il "diverso" può fare paura, ma crediamo che il dialogo e il confronto tra diversi sconfiggano la paura e che alla guerra tra più deboli si risponda con la mano tesa tra eguali. Nessun disagio può generare una reazione inumana per questo motivo proviamo vergogna per questa decisione. Vi invitiamo a portare simbolicamente una bottiglia d'acqua per affermare la nostra solidarietà a tutte le persone che fra mille pericoli attraversano il mare in cerca di un futuro migliore e la nostra rabbia ed indignazione per una scelta disumana».

Continua qui

Migranti, quasi 11mila salvati nelle ultime 48 ore. Recuperati 28 cadaveri nel Canale di Sicilia

 

 

Nessun commento:

Posta un commento