martedì 20 dicembre 2016

Attentato Berlino, un'italiana tra i dispersi. Il padre: "Stanotte avevamo già capito"

La madre e il fratello di Fabrizia Di Lorenzo sono già nella capitale per l'esame del Dna. Dubbi sul pachistano fermato: è un richiedente asilo entrato in Germania lo scorso febbraio, ma lui nega qualsiasi coinvolgimento. Unità speciali della sicurezza hanno fatto irruzione nel campo profughi di Tempelhof. Confermata la nazionalità polacca della persona trovata morta nel Tir


ORMAI è certo: è un attentato l'attacco di ieri sera a Berlino in cui un camion è piombato a tutta velocità sulla folla che visitava i mercatini di Natale, uccidendo 12 persone (sei sono cittadini tedeschi) e ferendone 48, delle quali 18 in gravi condizioni, tra questi c'è un cittadino israeliano. Lo ha riferito il ministero degli Esteri di Israele secondo cui la moglie risulta al momento dispersa. I due erano giunti in Germania per una breve visita turistica. I feriti dimessi sono 24. E c'è un'italiana tra i dispersi, Fabrizia Di Lorenzo. A confermarlo a Repubblica, dopo la notizia diffusa dall'Huffington Post, è l’ambasciatore italiano in Germania, Pietro Benassi: "Stiamo lavorando su una persona e abbiamo motivi di essere preoccupati".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento