sabato 24 dicembre 2016

Funivia bloccata a Cervinia per il forte vento: 130 intrappolati, iniziata la complessa evacuazione

Tweet della società: avviata la procedura d'emergenza, nessuno è in pericolo. I soccorritori li portano giù con le funi. "Ci vorranno ore"


Procedono a passo spedito, condizioni ambientali permettendo, le operazioni di "evacuazione" dei 130 sciatori bloccati dal pomeriggio di oggi sulla telecabina Plan Maison - Cime bianche laghi a causa del forte vento che ha fatto accavallare le funi dell'impianto di risalita, proprio come avvenne a settembre sul Monte Bianco. Salgono a cinquanta le persone evacuate. I soccorritori sono riusciti a calare a terra gli occupanti di quattro cabine, da dodici posti l'una, che sono stati recuperati dai gatti delle nevi e condotti fino alla stazione di Plan Maison. Da lì sono stati riportati a valle con gli impianti. Sono oltre 150 gli uomini del soccorso alpino, della guardia di finanza, della forestale, della protezione civile e dei vigili del fuoco impegnati nelle operazioni. Sul posto anche tre ambulanze e un pullmino del 118 con cinque medici. Un quadro confermato anche da un tweet della Cervino spa, la società che gestisce la telecabina: "Gli addetti del soccorso non segnalano nessuna criticità e tutto sta procedendo secondo il piano di evacuazione. Al momento si sta procedendo a riportare a valle e in sicurezza gli sciatori". Adriano Favre, numero uno del soccorso alpino nella Valle, fa il punto della situazione: "Poche decine di guide e soccorritori al lavoro stanno operando supportati dalla guardia finanza. La situazione è sotto controllo, ma le operazioni richiedono ancora tempo. Siamo fra i 2300 metri fino ai 2800. Forte vento e temperature rigide, ma la situazione è sotto controllo".

Continua qui


Nessun commento:

Posta un commento