mercoledì 28 dicembre 2016

Pensione: i requisiti dal 2017 in poi

Requisiti 2017 e aspettative di vita, tutti i calcoli e i prossimi adeguamenti

Fra le novità di Riforma Pensioni inserite in Legge di Bilancio c’è lo stop agli adeguamenti alle speranze di vita per alcune categorie di lavoratori, in particolare precoci e addetti a mansioni usuranti. Non ci sono invece novità su questo fronte per le altre tipologie di pensioni, che quindi continuano ad applicare gli aumenti delle aspettative di vita previsti dal Dl 78/2010. Vediamo esattamente tutti i requisiti per andare in pensione dal 2017 in poi in relazione a questo aspetto (fonte: il sito delle piccole-medie imprese pmi.it).

Il primo adeguamento alle speranze di vita è scattato nel 2013, pari a tre mesi, a cui si sono aggiunti quattro mesi nel 2016. Risultato: nel 2017 ai requisiti anagrafici previsti per la pensione di vecchiaia e a quelli contributivi per la pensione anticipata vanno aggiunti sette mesi. Quindi, l’età per la pensione di vecchiaia 2017 è pari a:
  • 66 anni e 7 mesi per lavoratori dipendenti del privato,
  • 66 anni e 7 mesi per lavoratori autonomi,
  • 66 anni e 7 mesi per lavoratrici del pubblico impiego,
  • 66 anni e 1 mese per le lavoratrici autonome,
  • 65 anni e 7 mesi per lavoratrici del privato.
Per quanto riguarda la pensione anticipata, invece, il requisito 2017 è pari a 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi per le donne.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento