mercoledì 31 agosto 2016

Sequenza sismica in Italia Centrale, aggiornamenti

Dopo il terremoto di magnitudo 6.0 avvenuto alle ore 03:36 italiane del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato numerosi eventi sismici.Alle ore 08:00 del 31 agosto complessivamente gli eventi localizzati sono stati oltre 3200140 terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0,
13 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 ed
1 di magnitudo maggiore di 5.0 (quello di magnitudo 5.4 (Mw 5.3) avvenuto il 24 agosto con alle ore 04:33 italiane nella zona di Norcia (PG).

Dalle 08.00 di questa mattina (ora dell’ultimo aggiornamento) sono stati 4 gli eventi di magnitudo maggiore o uguale di 3.0.  Il terremoto più forte,di magnitudo M 3.9, è stato localizzato alle ore 15:23 italiane  in provincia di Ascoli Piceno nei pressi di Arquata del Tronto.


Di seguito la mappa dei terremoti localizzati aggiornata al 31 agosto ore 18:00 italiane.



Maggiori informazioni sulla sequenza e sui singoli eventi nelle pagine informative del Centro Nazionale Terremotihttp://cnt.rm.ingv.it/.
 

Ucciso il portavoce dell'Isis nei combattimenti ad Aleppo

Lo annuncia l'agenzia Amaq, legata allo Stato islamico 

L'agenzia Amaq, legata all'Isis, ha annunciato che il portavoce dello Stato Islamico Abu Muhammad al-Adnani è stato ucciso ad Aleppo. Lo riferisce il Site, il sito americano di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web. Prima di giurare fedeltà al Califfo al Baghdadi, Adnani, che è nato ad Idlib, aveva dichiarato di essere un seguace di Zarqawi in Iraq, dove poi era stato incarcerato per sei anni. Uscito di galera Adnani si era arruolato nell'Isis ed era stato spedito in Siria. Ispiratore dei 'lupi solitari' in Europa, lo scorso maggio, poco prima dell'inizio del Ramadan, al Adnani aveva esortato i "combattenti sulla via del jihad" ad attaccare i miscredenti ovunque essi fossero e di ucciderli con qualsiasi mezzo, anche "con un coltello". "Se non siete in grado di procurarvi un ordigno esplosivo o una pallottola - disse in un macabro messaggio che ha preceduto di due mesi la strage di Nizza - allora scegliete un infedele americano o francese o qualunque altro loro alleato e rompetegli la testa con una pietra, o accoltellatelo, investitelo con un'auto, buttatelo giù da un'altura, strangolatelo o avvelenatelo". A settembre del 2014, dopo che Parigi aveva iniziato le sue operazioni in Siria, aveva invocato attacchi contro "l'odiosa Francia".

Continua qui

Terremoto, i funerali ad Amatrice. Vescovo: 'Non uccide il sisma, ma le opere dell'uomo'

Le esequie nella cittadina laziale dopo le proteste dei parenti delle vittime per l'ipotesi di celebrarle a Rieti

"Il terremoto non uccide. Uccidono le opere dell'uomo!", così il vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, nell'omelia della messa funebre ad Amatrice. La ricostruzione - ha proseguito - non dev'essere "una 'querelle politica' o una forma di sciacallaggio di varia natura, ma quel che deve: far rivivere una bellezza di cui siamo custodi".

"Questa gente è morta perché amava questa terra e noi vogliamo restare qui", ha detto il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, al termine dei funerali. Una frase accolta da un forte applauso da parte della folla che gremisce la tensostruttura. Il sindaco ha quindi abbracciato forte e a lungo il vescovo di Rieti, mons. Domenico Pompili, che ha celebrato il rito.

Continua qui

martedì 30 agosto 2016

Previsioni settimana: Temporali in arrivo ma dura poco, poi torna l'estate



Martedì 30 Agosto: Temporali al Nord e sulle interne del Centro, più sole altrove. Mercoledì 31 Agosto: Instabile su est Sardegna e regioni centrali, variabilità al Nord, ancora sole prevalente al Sud. Giovedì 1 Settembre: Bel tempo salvo isolati temporali diurni su Alpi orientali e Appennino meridionale.

Continua qui

  • Oggi - 08:23
    TORINO: Un temporale ha colpito nella notte soprattutto il centro della città e alcuni Comuni della prima cintura, tra cui Alpignano, Collegno, Cambiano, Trofarello e Chieri. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per soccorrere la popolazione in difficoltà e per la rimozione di alberi e rami caduti per il forte vento e la grandine. 
  • Oggi - 08:16
    TEMPORALI: fulminazioni sono ancora presenti in prossimità dell'Oltrepò Pavese. I temporali che si notano sul Mar Ligure hanno invece base alta e producono scarse precipitazioni: Link

Continua qui

lunedì 29 agosto 2016

La bufala sul governo che avrebbe abbassato la magnitudo del terremoto

C'è chi sostiene che lo avrebbe fatto per non pagare i danni, ma è una storia vecchia, falsa e inesatta in ogni punto

Da qualche giorno circolano messaggi, tweet e post su Facebook secondo cui il governo italiano e l’INGV (l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) avrebbero di proposito abbassato la magnitudo del terremoto nel Centro Italia del 24 agosto. I messaggi – non tutti uguali, ma comunque molto simili – sostengono che la magnitudo sarebbe stata abbassata da 6.2 a 6.0: questo perché, dicono quei messaggi, c’è una legge del maggio 2012 in base alla quale se la magnitudo è inferiore a 6.1 lo Stato non deve pagare i danni ed è tutto a carico degli enti locali. È una bufala: non è vero che la magnitudo è stata “abbassata” e non è vero che lo Stato italiano non pagherà i danni; i risarcimenti dei danni non si calcolano in base alla magnitudo e comunque quella legge del maggio 2012 fu soppressa pochi mesi dopo.

Il punto di partenza delle tesi complottiste sull’abbassamento della magnitudo è che i media italiani parlano quasi tutti di una magnitudo di 6.0 e quelli stranieri dicono quasi tutti che la magnitudo è stata di 6.2: succede perché – come ha spiegato Emanuele Menietti del Post nel suo “Decalogo minimo per la cronaca di un terremoto” – la magnitudo viene misurata in modi diversi e può variare da una stazione di rilevamento all’altra. È plausibile che alcuni siti, canali tv e giornali stranieri abbiano parlato di una magnitudo di 6.2, ma non c’è dietro nessun complotto. Il National Geographic lo ha fatto spiegare a un sismologo.

Continua qui

 

Il crollo della scuola di Amatrice

 

 

 

 

 

Terremoto, nuova scossa di magnitudo 4.4 ad Arquata. Altri crolli in scuola Amatrice. Papa presto nei luoghi del dramma

Bilancio a 290 morti, si temono almeno 10 dispersi. Oltre 2.000 le repliche

Nuova forte scossa di terremoto di mangitudo 4.4 alle 17:55, con epicentro vicino ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Nella frazione di Pescara del Tronto i tavoli, i lampioni e le tende del campo hanno visibilmente oscillato, scatenando grande preoccupazione tra gli sfollati e i soccorritori. La forte scossa è stata distintamente percepita dalla popolazione in una vasta area delle Marche.

I vigili del fuoco, dopo tre giorni di lavoro ininterrotto, hanno recuperato uno dei tre corpi ancora sepolti dalla macerie dell'Hotel Roma di Amatrice. Si tratta di una donna che si trovava in una stanza al primo pinao dell'albergo e che, dopo il crollo, era finita sepolta sotto oltre 4 metri di macerie. I vigili del fuoco, dopo aver rimosso e tagliato le travi che impedivano il passaggio, sono riusciti ad estrarla poco fa. Sotto le macerie dell'hotel Roma ci sono sicuramente altri due corpi che sono stati gia' individuati
Le vittime finora accertate del terremoto sono 290 - cifra corretta dalla prefettura di Rieti rispetto a 291 -, mentre il numero di 10 dispersi è giudicato "plausibile" dal capo della Protezione civile, che però lo attribuisce al sindaco di Amatrice. "Noi non facciamo numeri sui dispersi per la difficoltà di dimensionare il fenomeno - ha detto dopo la prima riunione della nuova Direzione comando e controllo (Dicomac) a Rieti -. Se il sindaco ha contezza che ad Amatrice mancano 10 persone all'appello, noi lavoriamo per ritrovarle".

Continua qui

Terremoto. Francesco, 17enne eroe: dovevo salvarli tutti

 

 

sabato 27 agosto 2016

Gravi incidenti stradali in Calabria e Puglia

Cosenza - Incidente mortale, all’alba, a Villapiana (Cosenza), sulla strada statale 106 Jonica. Le vittime sono tre. Si tratta dei componenti di un nucleo familiare, che viaggiavano sulla stessa vettura che, per cause in corso di accertamento, si è scontrata frontalmente con un automezzo pesante. Sono morti sul colpo il padre, la madre e il figlio maschio. La figlia, di 14 anni, è rimasta ferita in gravi condizioni. Il conducente del camion è risultato negativo all’alcol test.
Tre persone sono morte in un incidente stradale avvenuto intorno alle 14.30 sulla provinciale 105 che collega Foggia ad Ascoli Satriano, in Puglia. Lo conferma la polstrada di Foggia che è sul posto assieme a vigili del fuoco e 118. Le vetture coinvolte nello scontro sono un autocarro e un’autovettura.

Continua qui 


Acqui Terme (AL) - Schianto in moto, morta la donna di 45 anni rimasta ferita

 

 

Terremoto, 281 morti. Nessun disperso nelle Marche. Ad Amatrice si scava. Accumoli, suolo giù di 20 cm.

Il numero degli irreperibili è incerto. Sabato funerali di Stato con Mattarella e Renzi


Sono 281 i morti accertati finora del terremoto del 24 agosto: nella sola Amatrice sono 221 le vittime, mentre resta invariato il bilancio di Arquata del Tronto (49 vittime) ed Accumoli (11). L’ultimo bilancio è stato dalla Protezione civile alle 22.07. Con il passare delle ore viene aggiornata purtroppo in rialzo la conta di coloro che hanno perso la vita nel sisma che ha sconvolto il centro Italia due notti fa. Sono 238 gli estratti vivi, resta sostanzialmente invariato a 388 il numero dei feriti ospedalizzati.

LEGGI ANCHE Tiziana, Marisol, Ezio: i volti e le storie delle vittime del terremoto

La terra continua a tremare
Sono state 1059 le scosse di terremoto dalla notte del 24 agosto alle 17.13 di oggi - ha spiegato la Protezione civile - e di queste 220 si sono verificate nella sola giornata odierna. Dieci delle repliche di oggi sono state di magnitudo tra 3 e 4, oltre a quella di stamani di 4.8.

Continua qui

Le misure antisismiche che l’Italia progettama esporta e non usa

L'allarme dell'Ingv: "Attesi in Italia terremoti 30 volte più forti"

“Falsare la magnitudo per non pagare i cittadini”, la bufala spopola sul web

 

 

Morta Giorgia Libero, la ragazza che ha raccontato il suo tumore sui social

È morta questa notte Giorgia Libero, la ragazza 23enne di Casalserugo che aveva raccontato sui social network la sua lotta contro il tumore. Ad annunciarlo il suo fidanzato con un post Facebook. Giorgia era ricoverata nel reparto di Ematologia e immunologia clinica dell'Azienda ospedaliera.

Continua qui

venerdì 26 agosto 2016

Amatrice, la scuola crollata: ristrutturata nel 2012 con norme antisismiche


Era stata inaugurata nel 2012, completamente ristrutturata con norme antisismiche. Ora la scuola di elementare di Amatrice "Romolo Capranica" è ridotta a un cumulo di macerie (agf)

Continua qui 

Terremoto Centro Italia, “per l’ospedale di Amatrice, ora inagibile, erano stati stanziati 2 milioni. Non li hanno usati”

 

 

giovedì 25 agosto 2016

Terremoto, bilancio è di 250 morti e 365 feriti. Nuove scosse, crolli ad Amatrice

Indagini anche su campanile e scuola. Ricerche senza sosta: si scava tra le macerie

Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 4,3. è stata avvertita poco fa nell'area del cratere del terremoto di ieri in Lazio e Marche. Ad Amatrice ha provocato alcuni crolli in edifici già danneggiati.  Ambulanze si sono dirette verso la zona rossa. 

Sale a 250 morti il bilancio delle vittime del terremoto in Centro Italia. E' l'ultimo aggiornamento ufficiale del Dipartimento della Protezione Civile. Il numero dei feriti ospedalizzati è salito a 365. Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile, teme però che il bilancio in termini di vittime, possa essere di dimensioni peggiori di quello dell'Aquila dove i morti furono 309". Sono in particolare le vittime ad Amatrice, salite a 193, che nelle ultime ore fanno crescere il triste bilancio dei morti del terremoto in Centro Italia. Con 11 morti ad Accumuli il numero complessivo nell'area del reatino sale quindi a 204. Sono invece 46 i morti nella zona di Arquata nelle Marche. Sono gli ultimi dati, ancora provvisori, comunicati dal direttore dell'ufficio emergenze del Dipartimento della Protezione Civile, Titti Postiglione.

La Prefettura di Ascoli ha rivisto il dato per la zona di Arquata riducendolo da 57 a 46 deceduti. Nell'area di Amatrice e Accumuli il numero ufficiale sale invece da 190 a 195. I feriti in ospedale sono 264. Continuano le scosse, alcune avvertite anche nelle Marche, nel Lazio e in Abruzzo. Dall'inizio dello sciame e fino alle 7 di stamane, ne sono state registrate circa 470. Prosegue senza sosta il lavoro dei vigili del fuoco e di tutti i soccorritori.

I NUMERI UTILI PER AIUTARE

L'inchiesta aperta dalla procura di Rieti, con l'ipotesi di reato di disastro colposo, dovrà fare luce anche sui crolli che hanno interessato edifici ristrutturati recentemente, come la scuola di Amatrice e il campanile crollato ad Accumoli. Mentre non si placano le polemiche, si invoca da più parti un cambio di rotta sulla prevenzione antisismica.

Continua qui

Terremoto, notte di scosse e ricerche dei dispersi. Il bilancio sale a 247 vittime

Si scava senza sosta alla ricerca di superstiti. Lo sciame sismico non dà tregua, alle 5.17 nuova scossa di magnitudo 4.5


Dare un nome alle vittime, cercare fra le macerie chi ancora non si trova, mettere in sicurezza gli edifici pericolanti, trovare un posto dove stare a chi ha perso tutto. Il giorno dopo il devastante terremoto di magnitudo 6 che ha colpito il Centro Italia sono queste le priorità. All’alba il bilancio è salito a 247 morti il bilancio di chi ha perso la vita. 190 nel Reatino e 57 nell’Ascolano. «Ma si tratto di un numero aperto», destinato a crescere ancora ha detto questa mattina Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile. Nella notte non c’è stata tregua. Per i soccorritori, che continuano a cercare i dispersi. Per la gente sfollata che ha sentito nelle tendopoli o in ricoveri di fortuna, le scosse che si susseguono, 460 dall’inizio dello sciame, la più forte di magnitudo 4.5 che era quasi giorno, alle 5.17. Sono 264 le persone ferite ricoverate nei diversi ospedali. L’emergenza di sangue è per il momento cessata grazie alle tante donazioni, ma c’è gente che non ha più nulla e ha bisogno di tutto il resto. Le prime luci hanno mostrato tutta la devastazione: Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto, frazione di Arquata, sono paesi rasi al suolo. Sotto le costruzioni crollate la speranza è quella di trovare ancora persone in vita. Come la bambina di dieci anni salvata ieri sera, operata nella notte, sta bene. Un momento di gioia dopo i troppi di disperazione. Alle ricerche lavorano 880 pompieri, con 250 mezzi. In totale sono 5.400 gli uomini, tra le forze dell’ordine e i volontari, impegnati nei soccorsi.

 La bimba estratta viva dalle macerie: il video che ha fatto il giro del mondo

Continua qui

Gaza sotto attacco: bombardata da Israele e dall’ indifferenza dei media “occidentali”

Ieri notte è avvenuto un nuovo durissimo bombardamento contro Gaza, il più duro dal 2014. L’ esercito israeliano, muovendosi via mare e via aerea, ha aperto una nuova fase di terrore e morte contro la popolazione che vive nella Striscia, prendendo come pretesto ufficiale il lancio di un razzo dai territori palestinesi che peraltro non ha sortito alcun effetto.
Circa cinquanta raid aerei e tiri di artiglieria serrati si sono dati a partire dalla nottata, riportando lo scontro e l’embargo imposti unilateralmente a livelli altissimi, a culmine di una crescita della ritorsione repressiva contro i palestinesi sempre più intensa e costante negli ultimi mesi.
Non si contano difatti gli eccidi arbitrari e le detenzioni a danni di civili palestinesi delle ultime settimane.

Continua qui

mercoledì 24 agosto 2016

Terremoto devasta il Centro Italia: almeno 120 morti

Scossa di magnitudo 6 alle 3.36 con epicentro vicino Accumoli (Rieti). Molti bimbi tra le vittime


Una devastazione anche «peggiore di quella dell’Aquila, mai vista una cosa così». È la reazione dei soccorritori al lavoro nei paesi distrutti dal terremoto della scorsa notte che ha provocato, secondo l’ultimo bilancio ufficiale della Protezione Civile, almeno 120 morti. Qualche centinaio i feriti e un numero imprecisato di dispersi. La terra intanto continua a tremare: un’altra violenta scossa, di magnitudo 4.9, è stata avvertita nel primo pomeriggio scatenando il panico. La scossa più forte, di magnitudo 6, era avvenuta invece alle 3.36 con epicentro vicino Accumoli (Rieti); una seconda di magnitudo 5.4 è stata registrata alle 4,33 con epicentro tra Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata).

NUMERO CENTRALE OPERATIVA DELLA PROTEZIONE CIVILE 800840840

«Tenete la Salaria libera, serve per soccorsi» chiede il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. C’è urgente bisogno di sangue di tutti i gruppi è l’appello dell’Avis provinciale di Rieti.

Continua qui

La madre sopravvissuta all’Aquila perde la figlia di 18 mesi. Dramma dei gemellini: uno si salva, l’altro non ce la fa

Evento sismico tra le province di Rieti e Ascoli P., M 6.0, 24 agosto

Ingv: "Terremoto l'Aquila simile, ma lo scenario è diverso. Non escluse altre scosse come la prima"

Forte terremoto tra Lazio e Marche, 38 morti ma si scava tra le macerie. Amatrice, Arquata e Pescara del Tronto distrutte

Sisma magnitudo 6 non forte per Italia, danni dipendono da vulnerabilità edifici

Il noto geologo Mario Tozzi infuriato: “Italia come il Medio Oriente. Una scossa di magnitudo 6 non dovrebbe provocare questi disastri” !!!

 

 

lunedì 22 agosto 2016

Rio spegne le luci sui Giochi di Bolt e Phelps. "Arrivederci a Tokyo"

La XXXI Olimpiade estiva va in archivio. Alla fine, ed era prevedibile, lo sport ha trionfato sui disagi, la passione ha prevalso sui problemi che comunque in questa città sono innegabili. Appuntamento tra 4 anni in Giappone





RIO DE JANEIRO -  Stremati dopo venti giorni su e giù per la Cidade, Maravilhosa e soprattutto immensa, ma appagati, felici, il cuore ricolmo di gesta sportive e di emozioni, mandiamo in archivio la XXXI Olimpiade estiva. Che chiude in una notte di gelido e piovoso inverno, con tempesta di vento dall'Antartico e acqua a catinelle sulla cerimonia di chiusura, eppure lo stesso festosa e bailante, colorata come è colorato e spensierato questo paese unico. Spettacolo di chiara impronta brasiliana, senza star internazionali, molto musicale e allegro. I momenti solenni con la premiazione degli atleti della maratona alla presenza del presidente del Cio Thomas Bach e Sebastian Coe, poi il passaggio di consegne tra Rio e Tokyo, che ospiterà i Giochi nel 2020: tra un "obrigado" e un "arigato", alla fine spunta sul palco addirittura il primo ministro giapponese Shinzo Abe, raccogliendo un ideale testimone dall'eroe dei videogiochi SuperMario Bros. Infine la consegna della bandiera olimpica, che passa dal sindaco di Rio al governatore di Tokyo. E nella notte carioca la fiamma di Olimpia vola via.  "Vi amiamo, brasiliani.

Continua qui

Ragusa, il procuratore contro il ministro: "Dovrebbe sostenerci". L'ira della madre: "Questa legge mi fa vomitare"

Parla la mamma: "Quest'uomo va espulso dall'Italia. Voleva rapire mia figlia. La teneva stretta. Lo abbiamo fermato noi". Il procuratore annuncia azioni legali.

"Questa legge mi fa vomitare". Lo dice in un'intervista a NewsMediaset la madre della bimba di cinque anni che un indiano di 43 anni, Ram Lubhay, è accusato di aver tentato di rapire martedì scorso sul lungomare di Scoglitti.

"Mi trovavo sul lungomare, a risalire le scale. La bambina - dice la donna - era già salita con mio marito. Un'amica mi ha fatto notare che la mia bimba era in braccio a uno straniero che la teneva molto stretta a sé, con il faccino quasi sotto la sua ascella, proprio bloccata a lui".


Continua qui

domenica 21 agosto 2016

Anziana per 20 km in A11 contromano, patente revocata

E' stata fermata nel tratto tra Pistoia e Prato ovest

Ha imboccato l'A1 a Barberino del Mugello (Firenze), per poi finire in contromano sulla Firenze Mare (A11). E' successo a un'anziana signora quasi ottantenne, che alla fine è stata fermata dalla polizia stradale - per fortuna senza aver provocato alcun incidente - nel tratto compreso tra Pistoia e Prato Ovest. Ad avvertire le forze dell'ordine sono stati alcuni automobilisti che hanno avuto la sventura di incrociare la Fiat Panda guidata dalla donna.
    I poliziotti della sottosezione di Montecatini Terme e squadre della Società Autostrade per l'Italia sono riusciti con una manovra fulminea a isolare l'autostrada e bloccare l'auto.

Continua qui

Ragusa, torna davanti al pm l'indiano accusato di rapimento che era stato scarcerato

l magistrato richiama e interroga l'uomo che martedì avrebbe tentato di portare con sé una bimba di cinque anni. Dopo l'arresto era stato rimesso in libertà suscitando polemiche

Torna davanti al pm che lo aveva scarcerato Ram Lubhaya, l’indiano che martedì scorso avrebbe tentato di rapire una bimba di cinque anni sul lungomare della Lanterna di Scoglitti. In questo momento Lubhaya, 43 anni, è interrogato a Vittoria, assieme ai genitori della bambina. Dopo le polemiche sulla scarcerazione, avvenuta il giorno dopo, lo stesso pm Giulia Bisello stamani ha chiesto ai carabinieri di rintracciare l'uomo, trovato, dopo una giornata di ricerche, in un casolare a Vittoria, ospite di altri extracomunitari.

Continua qui

Turchia, l'orribile morte di Hande Kader, icona Lgbt del Gay Pride vietato a Istanbul

La giovane era diventata nota alla fine di giugno dell'anno scorso, quando il suo volto era stato fotografato mentre si opponeva agli idranti della polizia che stava disperdendo i partecipanti alla manifestazione

Ha fatto una fine orribile Hande Kader, 22 anni, icona del movimento Lgbt turco sin da quando lo scorso anno ha sfidato gli idranti della polizia che voleva disperdere la parata del Gay Pride di Istanbul. Le foto che la ritraggono mentre rimane ferma e decisa davanti ai poliziotti, e poi mentre viene arrestata, fecero il giro del web. Così come ha fatto il giro del web la notizia del ritrovamento del suo cadavere, brutalmente mutilato e carbonizzato, abbandonato sul ciglio di una strada.

Continua qui 

 

Turchia, attacco a un matrimonio a Gaziantep, almeno 30 morti: "È terrorismo"

L'attentato durante un ricevimento nella città vicina al confine con la Siria. Quasi 100 feriti. Secondo un deputato della zona la firma è quella dell'Is

ANKARA - Il terrore colpisce ancora in Turchia. Un'esplosione fortissima ha devastato una sala in cui si svolgeva una festa di matrimonio a Gaziantep, non lontano al confine con la Siria: almeno 30 persone hanno perso la vita e 94 sono rimaste ferite. La dinamica dell'attacco non è ancora chiara - forse una bomba, forse un attentatore suicida - ma secondo Samil Tayyar deputato del distretto per l'Akp, il partito del presidente Recep Tayyip Erdogan, la firma è quella dello Stato islamico. 

Continua qui

sabato 20 agosto 2016

Il sindaco di Castelnuovo Scriva scrive a Renzi e al ministro Galletti: “Fateci rimuovere la ghiaia dai fiumi”

L’appello di Gianni Tagliani perché si risolva l’annosa questione. Per ora infatti la ghiaia in eccesso non può essere prelevata, ma così è a rischio la sicurezza dei corsi d’acqua e dei centri abitati

Castelnuovo Scrivia (AL)
 
Sulla questione della ghiaia in eccesso dei torrenti che non può essere prelevata se non in casi eccezionali e per quantità assai limitate, il sindaco di Castelnuovo Scrivia, Gianni Tagliani, ha scritto ieri al presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, e al ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. «Serve una legge per garantire una manutenzione efficace dei nostri corsi d’acqua - dice Tagliani -. I Comuni sono pronti a fare la loro parte nel governo del territorio. Oggi, in Italia, non si può prelevare un chicco di ghiaia se non a seguito di ordinanza per alluvione o richiesta alla Regione per un massimo di 10 mila metri cubi. Un cucchiaio per svuotare il mare, insomma, se si considera che nel solo tratto che attraversa il nostro paese ci sono 5 milioni di metri cubi». 

Continua qui

Bimba di 3 anni dimenticata nell’Autogrill del Turchino, sull’A26, dai genitori in viaggio con un gruppo di amici

La piccola piangeva ed è stata notata da un cliente, che ha dato subito l’allarme: gli agenti della Polstrada di Ovada l’hanno coccolata e accudita per alcune ore, fino a quando il padre si è messo in contatto con il 113 ed è tornato a prenderla


Ovada(AL)
Una bambina di 3 anni è stata “dimenticata” dai genitori, in viaggio con un gruppo di amici verso le vacanze, all’area di servizio Turchino Ovest sulla carreggiata Sud dell’autostrada A26, al confine tra Liguria e Piemonte. A ritrovarla l’altra mattina, in lacrime e seduta su un gradino fuori dall’autogrill, è stato un cliente del locale, che l’ha poi accompagnata all’interno. Sul posto, in pochi minuti, sono arrivate le pattuglie della polizia stradale di Ovada che, dopo averla portata in caserma, hanno cercato di capire cosa potesse essere successo.

Continua qui

Nuovo raid su Aleppo in Siria: sterminata una famiglia, la mamma e i suoi sei figli

Bombardato il quartiere di Al Jalum nella città martoriata. In meno di un mese hanno perso la vita almeno 442 civili nella città contesa tra lealisti e ribelli

Sette membri di una famiglia siriana, tra cui sei bambini, sono morti in seguito a un raid compiuto con elicotteri nel quartiere Al Yalum di Aleppo, da quattro anni contesa tra le forze siriane e i ribelli. Il comitato di coordinamento delle forze ribelli, citato dal sito Middle East Eye, ha detto che le vittime sono la moglie e i sei figli di un attivista locale dell'opposizione, Ali Abu al Jawd. Il caso del piccolo Omran non ferma la strage.

Continua qui

Siria: 'è morto il fratellino del piccolo Omran'

 

 

 

venerdì 19 agosto 2016

WEEKEND: gli steps del passaggio INSTABILE in arrivo sulle regioni del NORD

Un veloce impulso d'instabilità capitanato dal transito di un fronte, attraverserà le nostre regioni settentrionali nel weekend ormai imminente; cerchiamo di capire DOVE i temporali potranno manifestarsi con maggior facilità.

 

Prima che l'anticiclone torni a far piazza pulita della nuvolosità, ripristinando condizioni atmosferiche STABILI, le regioni dell'Italia settentrionale dovranno ancora fare i conti col transito di una veloce perturbazione attesa tra domani, sabato 20 e domenica 21 agosto. A farne le spese sarebbero soprattutto le aree alpine e prealpine, alla luce degli ultimi aggiornamenti, fenomeni d'instabilità dovrebbero tuttavia guadagnare anche i settori pianeggianti. Tale passaggio d'instabilità, troverebbe risposta nel transito di un sistema frontale di tipo freddo, seguito da un modesto calo della temperatura la notte tra domenica 21 e lunedì 22 agosto. Trattasi questo dell'ultimo passaggio instabile di natura oceanica, prima che l'anticiclone possa chiudere almeno temporaneamente i battenti, arginando l'azione delle correnti atlantiche alle elevate latitudini settentrionali. 

Continua qui

Palinuro, morti in mare tre sub

Erano impegnati in una immersione 'a parete', nei pressi di Cala Fetente, uno degli angoli più suggestivi della costa salernitana


Tre sub sono morti nelle acque di Palinuro, frazione di Centola, in provincia di Salerno. I corpi sono stati individuati in una grotta profonda 45 metri, che solitamente non è meta di immersioni essendo il punto profondissimo. .
I tre, sub esperti a detta di chi li conosceva, erano in acqua dalle 10 ed erano impegnati in una immersione 'a parete', nei pressi di Cala Fetente, uno degli angoli più suggestivi della costa salernitana. Le vittime sono Mauro Cammardella, titolare, proprio a Palinuro, del centro diving Mauro Sub; Mauro Tancredi, sempre del posto, e Silvio Anzola, di Milano.

Continua qui

Siria, la tragedia di Aleppo negli occhi di un bimbo ferito





Si conosce il suo nome, Omran Daqneesh, cinque anni, ma poco si sa della sua storia. Di certo si sa però che gli occhi esterrefatti di questo bambino siriano sono diventati  l'ultimo simbolo della guerra in Siria, un conflitto che in cinque anni ha ucciso più di 250mila persone e ne ha messe in fuga milioni. La foto è parte di un video girato ad Aleppo: il bimbo viene estratto dalle macerie di un bombardamento e adagiato su una sedia arancione da un volontario che subito lo lascia per andare a soccorrere altre persone. Forse sua madre, forse i suoi fratelli. Resta lì, solo, a guardare il sangue che gli cade addosso e suoi vestiti bianchi di polvere. I suoi occhi, per migliaia di persone che hanno condiviso la sua immagine e per le organizzazioni non governative che da ieri la diffondono,  sono il simbolo della guerra

Dramma Siria, l'Onu sospende la task force: "Aiuti impossibili". Russia: "Pronti a tregua"

Siria, il piccolo Omran diventa un simbolo contro la guerra: sui social siede tra Putin e Obama


mercoledì 17 agosto 2016

Addio a Beppe Manfredi, stroncato dal mesotelioma il presidente delle vittime amianto

L’erede della “pasionaria” aveva 66 anni
 
Casale Monferrato
Ieri, alle 18, nella sua casa in corso Valentino, è morto Beppe Manfredi, presidente dell’Afeva, l’associazione che riunisce i famigliari e le vittime dell’amianto. A novembre scorso, aveva assunto l’incarico dopo le dimissioni della storica guida, Romana Blasotti Pavesi, che ora ha mantenuto il ruolo d’onore. 

Continua qui

“Non so quando, ma io sarò il prossimo morto di Eternit”

 

Cisco System, verso taglio fino a 14 mila dipendenti

Secondo sito Crn annuncio esuberi nelle prossime settimane

Cisco System, il più grande gruppo al mondo nella produzione di apparati di networking, si appresta a tagliare fino a 14 mila dipendenti nel mondo, pari al 20% della sua forza lavoro. Lo riporta Crn, sito specializzato in notizie sul mondo della tecnologia, che cita diverse fonti vicine all'azienda americana. Secondo Crn i tagli verranno annunciati nelle prossime settimane mentre piani di prepensionamento sono stati già offerti ai dipendenti. Gli esuberi rientrano nel disegno di spostare il baricentro del gruppo Usa dalla produzione di hardware a quella di software.

Continua qui

martedì 16 agosto 2016

Yemen, ospedale Msf colpito in bombardamento: 11 morti e 20 feriti

Situato vicino a Saada, città-roccaforte dei ribelli sciiti Houthi

E' salito a 11 morti e 20 feriti il bilancio del raid aereo che ha colpito un ospedale di Medici senza frontiere (Msf) nello Yemen settentrionale. Lo ha comunicato la stessa organizzazione umanitaria, precisando che l'ospedale è situato vicino a Saada, città-roccaforte dei ribelli sciiti Houthi dove pochi giorni fa i bombardamenti della coalizione a guida saudita avevano colpito una scuola affollata di bambini.

Continua qui

domenica 14 agosto 2016

Novarese di 55 anni muore nel bosco dopo la puntura di due vespe

Novara 
 
E’ morta per lo choc anafilattico provocato dal pungiglione di due vespe. La novarese Patrizia Cottarelli, 55 anni compiuti a luglio, stava facendo una passeggiata con il marito Bruno Testori, agente della polizia provinciale. Era poco prima delle 9 di venerdì nel bosco di Malesco, in valle Vigezzo.

Camminando la donna ha calpestato un nido delle vespe che si rifugiano nel terreno: «In un attimo si è liberato lo sciame - ha raccontato il marito - e due insetti sono riusciti a morsicare Patrizia alla mano e sotto l’ascella. Ha fatto in tempo a percorrere meno di 10 metri. Mi ha detto che le mancava il fiato, le faceva male la mano, non si sentiva bene e che sarebbe stato meglio andare al più vicino punto di soccorso medico. A quel punto ha perso conoscenza e si è accasciata».

Continua qui

Svizzera: morta donna ferita in attacco a treno

E' avvenuto su un convoglio regionale del Cantone San Gallo, nel Nord-Est. Arrestato un 27enne

Una delle persone ferite nell'aggressione in un treno sabato in Svizzera è deceduta stamane. Si tratta di una 34enne, ha affermato la polizia del cantone di San Gallo citata dall'agenzia di stampa svizzera Ats. L'attacco é stato compiuto da un uomo armato di coltello e di un liquido infiammabile. Oltre alla vittima, l'uomo ha ferito e ustionato almeno cinque persone, fra le quali un bimbo di 6 anni. L'attacco è avvenuto alle 14:20 su un convoglio nel cantone nord-orientale di San Gallo, fra le stazioni di St. Margrethen e Sargans.

Il presunto aggressore, ferito a sua volta, è un cittadino svizzero di 27 anni ed è stato arrestato e scortato in ospedale, secondo quanto rivela la polizia elvetica. Gli altri feriti, secondo la polizia, sono un uomo di 50 anni, un 17enne e due donne di 17 e 43 anni. La polizia ha escluso la matrice terroristica.

Continua qui

venerdì 12 agosto 2016

Mille posti di lavoro a rischio in provincia di Alessandria

Alessandria - L’ultima procedura di licenziamento, per trentasette lavoratori, è appena arrivata sul tavolo di Aldo Gregori, segretario generale Uil: la Icif di Felizzano, specializzata nella produzione di infissi. «Una svolta indesiderata» è il titolo dell’ultima indagine congiunturale di Confindustria Alessandria. Un declino inarrestabile, titolerebbero i sindacati.
L’industria della provincia di Alessandria chiude per ferie sperando nel miracolo a settembre. Rimandata ma non bocciata, insiste Frabrizio Riva, direttore di Confindustria. Dagli esami di riparazione dipende però il futuro di circa un migliaio di lavoratori.

Edilizia
Partendo dal comparto edile, «se prima erano soprattutto le piccole ditte artigiane a soffrire, ora anche le grandi annunciano difficoltà». Cementir, azienda del gruppo Caltagirore, minaccia 25 esuberi. Le istituzioni, peraltro, ce l’avevano messa tutta ad evitare licenziamenti, favorendo attraverso tavoli di confronto una commessa di lavoro da parte di Cociv, per la realizzazione del Terzo Valico.
Nel settore cave ed escavazioni, c’è la Franzosi di Tortona, un centinaio di dipendenti. Il titolare dell’azienda è coinvolto in una indagine per smaltimento illecito rifiuti e l’azienda è ferma.
Sempre a Tortona, Itinera (gruppo Gavio) annuncia la mobilità per 105 lavoratori, sparsi nei cantieri di Alessandria, Novara, Vercelli e altri. «L’edilizia è sempre stata il traino dell’economia – dice Gregori – ma non ci sono più commesse pubbliche, se non per piccoli lavori di manutenzione, e il privato non investe».


Metalmeccanica
L’incertezza regna sovrana tra i metalmeccanici. Caso a parte l’Ilva di Novi, dove «si va avanti con i contratti di solidarietà, aspettando la proposta del Governo».
Alla Kme di Serravalle direzione e sindacati hanno appena siglato un accordo: si va avanti con gli ammortizzatori sociali, fin che ci sono.
I 350 della Cerruti di Casale Monferrato sono sempre ad orario (e stipendio) ridotto. Alla Ips (ex Comital) di Alessandria la nuova proprietà ha assorbito 27 lavoratori, ma 25 restano fuori, in mobilità.
A Borghetto Borbera torna l’allarme alla Bundy che produce parti per refrigeratori: ancora un anno di cassa integrazione per i 150 lavoratori, ma l’azienda ha iniziato a parlare di circa 70 esuberi.
Poi ci sono i casi limite, le Trafilerie Monferrato, di Morsasco, che dopo un concordato ha riaperto con 12 degli 80 dipendenti» e la Sapsa Bedding di Silvano d’Orba, acquistata da un fondo di investimento «interessata a ristrutturare, ma senza investire in un rilancio», dice Gregori.

Continua qui

Siria, miliziani dell’Isis in fuga da Manbij. “Presi in ostaggio duemila civili”

Gli jihadisti dello Stato islamico hanno preso in ostaggio duemila civili mentre scappavano da Manbij, ex roccaforte dell’Isis nel nord della Siria. Lo riferiscono fonti curde e di una Ong. Secondo le Forze Siriane Democratiche, «durante la ritirata dal distretto di Manbij, i jihadisti hanno sequestrato circa 2mila civili». La maggioranza dei terroristi sono stati messi in fuga dalla cittadina al confine con la Turchia la settimana scorsa, ma un piccolo numero di questi è rimasto.

Continua qui

Thailandia: bombe in resort, anche due italiani tra i feriti

Morta una donna thailandese. Gli ordigni erano nascosti in due vasi di piante e sono stati fatti esplodere a distanza con un telefono cellulare

Ci sono anche due turisti italiani tra i feriti ieri sera nel doppio attentato esplosivo a Hua Hin, una delle maggiori mete turistiche della Thailandia. Lo hanno riferito all'ANSA fonti ospedaliere.

I due feriti sarebbero un ragazzo di 21 anni, Lorenzo Minuti, e un uomo di 51 anni, Andrea Tazzioli. Il primo è stato curato in pronto soccorso per ferite minori e dimesso già ieri sera, mentre il secondo, colpito alla schiena da una scheggia, è stato operato d'urgenza e sta ora riposando nella sua camera d'ospedale; le sue condizioni non desterebbero comunque preoccupazione.

La doppia esplosione, avvenuta in una via nota per il suo mercatino turistico, non è stata ancora rivendicata. Tra le varie ipotesi c'è quella del separatismo islamico del sud, ma un'altra possibilità è quella di un atto politico: domenica scorsa il Paese ha approvato una controversa Costituzione via referendum e oggi si festeggia l'84/mo compleanno della regina Sirikit. Altri media thailandesi ipotizzano invece una più semplice disputa locale.

Continua qui

mercoledì 10 agosto 2016

Libia e Iraq, forze speciali italiane sul terreno: lo scoop del Fatto confermato dal documento trasmesso al Copasir


Truppe da combattimento attive a Sirte e nella provincia di Al Anbar: il loro impiego è consentito dall'articolo 7 bis della legge n.198 dell’11 dicembre 2015 di conversione del decreto di proroga delle missioni militari all’estero, che prevede che vengano inviate in zona di guerra su iniziativa personale del presidente del Consiglio senza alcun voto in Parlamento. Il Fatto Quotidiano lo aveva anticipato il 30 luglio
 
Che l’Italia sia o meno già in guerra è una questione di sottigliezze terminologiche, adesso che anche gli ultimi dubbi sono stati dissipati sul fatto che le nostre forze speciali – oltre a quelle statunitensi, britanniche e francesi – siano in Libia al fianco delle forze fedeli al governo Al Sarraj. La circostanza, riportata il 30 luglio dal Fatto Quotidiano, viene confermata da un documento redatto dal Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali e trasmesso al Copasir.

“Dell’operazione italiana nell’ex colonia, autorizzata da Renzi lo scorso 10 febbraio con un decreto subito secretato”, si legge nell’articolo del Fatto Quotidiano del 30 luglio, si sa “in via del tutto ufficiosa che si tratta di un piccolo distaccamento basato all’aeroporto militare di Misurata, che partecipa insieme alle forze speciali britanniche all’operazione “Banyoun Al Marsoos” (Struttura Solida) lanciata a maggio delle brigate misuratine e dalle guardie petrolifere di Ibrahim Jadhran per riconquistare la roccaforte Isis di Sirte“.

Continua qui

lunedì 8 agosto 2016

Marcinelle, 60 anni da tragedia

Morirono 262 lavoratori provenienti da 12 Paesi diversi, 136 di questi italiani

Con i 262 rintocchi della campana Maria Mater Orphanorum e la lettura di altrettanti nomi delle vittime comincia la commemorazione dei 60 anni della tragedia di Marcinelle, quando alle 8.10 dell'8 agosto 1956 un incendio nella miniera di carbone di Bois du Cazier uccise 262 persone, di cui 136 italiani. Alla cerimonia, per l'Italia, partecipa il presidente del Senato Pietro Grasso.

Quello di Marcinelle fu "uno dei più sanguinosi incidenti sul lavoro della storia italiana ed europea.

Continua qui

Pakistan: bomba in ospedale a Quetta, 53 morti

Tv, esplosione seguita da colpi di arma da fuoco

E' salito a 53 il bilancio delle vittime dell'attentato compiuto oggi da sconosciuti all'ospedale di Quetta, capoluogo della provincia pachistana di Baluchistan. Lo riferisce GEO Tv. L'emittente precisa inoltre che il numero dei feriti è stato fissato provvisoriamente a 56.

Continua qui

venerdì 5 agosto 2016

Aereo cargo esce di pista da aeroporto Bergamo

Ha invaso parte della tangenziale che costeggia lo scalo, nessun ferito 


E' tornato operativo alle 6.47 l'aeroporto di Bergamo Orio al Serio, dopo essere rimasto chiuso al traffico dalle 4.07 a seguito dell'incidente che ha coinvolto un cargo finito fuori pista. Dopo aver sfondato la recinzione, l'aereo ha invaso parte della tangenziale che costeggia lo scalo dove, fortunatamente, non passava nessuno.

L'equipaggio, composto da tre persone, è rimasto illeso.

Continua qui

giovedì 4 agosto 2016

Dal mito dell’Airone alla leggenda del Pirata: una super tappa in Piemonte al Giro del centenario?

Dai colli di Fausto Coppi nell’Alessandrino alla salita del Santuario di Oropa che ha reso immortale Marco Pantani: l’idea degli organizzatori per rendere omaggio ai due campioni

Vincenzo Nibali, 31 anni, in maglia rosa: ha vinto il Giro 2016. Ora è a caccia di una medaglia olimpica

Dai colli di Fausto Coppi alla leggendaria salita del Santuario di Oropa (Biella) che ha reso immortale Marco Pantani. L’Airone e il Pirata, figli di epoche distinte d’un ciclismo diventato quasi epico, eppure destinati nello stesso giorno a riaffiorare nei ricordi di chi ama la bicicletta. Una data certa ancora non c’è, si ipotizza di sabato, ma in vista del 100° anniversario del Giro d’Italia l’organizzazione di Rcs Sport sta pensando a una super tappa piemontese con partenza dalla casa museo di Fausto Coppi, a Castellania, e arrivo nel piazzale del santuario di Biella. Le indiscrezioni, come da prassi non confermate dal comitato organizzatore della carovana, sono circolate in un summit tenuto l’altro giorno a Torino con alcuni amministratori del territorio.

Continua qui

Ricercato a Parigi un afghano, si teme un attentato imminente

L’uomo ricercato dalla polizia sarebbe in Francia da due mesi, transitato per un campo rifugiati

Un richiedente asilo afgano che potrebbe compiere un attentato «imminente» a Parigi è attivamente ricercato dalla polizia francese: è quanto scrive oggi il quotidiano MetroNews precisando che dell’individuo non si hanno né il nome né il cognome, ma solo una foto segnaletica trasmessa alle forze dell’ordine. L’uomo ricercato dalla polizia sarebbe in Francia da «due mesi», transitato per un «campo rifugiati», prosegue il giornale. La «scheda segnaletica» è stata diffusa ieri a tutti i servizi di polizia dell’agglomerato urbano di Parigi.

Continua qui

Paura a Londra: Attacca passanti, muore americana. Catturato il killer

Il giovane arrestato, un norvegese di origini somale di 19 anni con problemi mentali, ha colpito i passanti 'scelti a caso' con un coltello

Urlando improperi e minacce, un ragazzo di 19 anni armato di coltello ha attaccato la notte scorsa i passanti nel centro di Londra, a Russell Square, uccidendo una donna, cittadina americana, e ferendo cinque persone, ovvero un'altra donna e quattro uomini. La polizia è rapidamente intervenuta e lo ha neutralizzato, con una scarica elettrica di un taser, e lo ha quindi condotto in ospedale. Secondo quanto è poi stato reso noto, si tratta di un norvegese di origine somala. Al momento, non ci sono prove di una sua radicalizzazione. 

Continua qui

mercoledì 3 agosto 2016

METEO A 7 GIORNI: ritorna l'instabilità con FORTI temporali a partire dal NORD, poi...

Almeno due le fasi di tempo INSTABILE previste sullo Stivale entro la prossima settimana: la prima, attesa ormai tra pochi giorni, appare soltanto come uno "strappo", la seconda come una vera e propria crisi dell'estate. Nel mezzo avremo però ancora qualche bella giornata di sole. Vediamo nel dettaglio. 

Una breve, brevissima risalita delle temperature attesa domani, giovedì 4 agosto, poi l'arrivo dei temporali anche intensi e vigorosi che, dalla mattinata di venerdì, guadagneranno velocemente i settori settentrionali e poi quelli centrali d'Italia. A quel punto, come tutti i passaggi instabili/temporaleschi che si rispettino, il calo della temperatura portato da un rinforzo della ventilazione, dapprima il Libeccio ed il Maestrale, poi, con lo sprofondamento del minimo di pressione al centro-sud, anche la Tramontana ed il Grecale pronti ad intervenire domenica 7 agosto soprattutto sulle regioni del nord

Il calo della temperatura sarà tuttavia limitato allo spazio di un paio di giornate, facendosi sentire soprattutto in quota, nelle situazioni temporalesche e durante le ore notturne. Su alcune delle nostre regioni italiane sarà invece più che apprezzabile il calo drastico dell'umidità relativa che, alla fine dei conti, sarà l'aspetto da cui potremo trarne i maggiori benefici.

Continua qui 

martedì 2 agosto 2016

Le banche trascinano in rosso la Borsa

Milano - Avvio di seduta in rosso per Piazza Affari, affossata fin dalle prime battute dai cali delle banche. Peggior piazza in Europa, a Milano, pochi minuti dopo l’avvio degli scambi, l’indice Ftse Mib segna 16.307 punti (-1,50%) e l’All Share 17.595 punti (-1,40%). In ribasso anche le altre piazze del vecchio Continente dopo la chiusura pesante di Tokyo e quella contrastata registrata ieri sera a Wall Street: Parigi cede lo 0,78%, Francoforte lo 0,60% e Londra lo 0,51%.

Nel paniere principale milanese perdono terreno le banche con Banco Popolare (-3,76%), Bpm (-3,07%), Mediobanca (-2,85%). Sospese per eccesso di volatilità Mps (poi a -5%), Ubi banca e Unicredit. Giù anche Tenaris (-3,52%), Unipol (-3,18%), Unipolsai (-2,51%) e Generali (-2,56%). 

Continua qui

lunedì 1 agosto 2016

Prima unione civile in Piemonte, una delle due spose è casalese

Celebrazione da parte del sindaco di Trino in municipio, ma la formalizzazione avverrà a settembre


CASALE MONFERRATO (AL)
 
Fascia tricolore e fazzoletto color arcobaleno nel taschino della giacca, il sindaco di Trino Vercellese, Alessandro Portinaro, ha celebrato stamattina la prima unione civile in Piemonte. «Avevano fretta e le ho accontentate. Per formalizzare il tutto si dovrà attendere settembre», spiega il primo cittadino, visibilmente emozionato.

Continua qui

Milano, violenze all'asilo nido: due arresti. I carabinieri: "Schiaffi e morsi ai bimbi"

Gli investigatori hanno visto in diretta i maltrattamenti. Oltre 25 i casi documentati, anche insulti e minori chiusi in uno stanzino buio. Alcuni legati con cinghie alle sedie. Arrestati il titolare e la coordinatrice della struttura. Lui: "Io già libero, la verità verrà a galla"

Schiaffi, spintoni, insulti, bambini chiusi al buio in stanzini. Ma anche un morso rilevato in ospedale. I carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno arrestato la coordinatrice di un asilo nido del quartiere Bicocca, il Baby World di viale Sarca. I carabinieri ritengono Milena Ceres, 34 anni, responsabile di una serie di maltrattamenti su bambini da due mesi a due anni, percosse e lesioni personali. L'arresto è avvenuto in flagranza, perché da mesi i militari avevano avviato un'attività di videosorveglianza e hanno assistito in diretta a un episodio di violenza. Insieme a lei è finito in manette anche il titolare della struttura, Enrico Piroddi, 35 anni. Il gip Stefania Pepe ha convalidato il provvedimento e disposto i domiciliari per la donna, mentre il 35enne è stato rimesso in libertà con interdizione allo svolgimento dell'attività per 12 mesi. Gli episodi contestati sono 25. Si sta valutando la posizione di altre due maestre dell'asilo che al momento sono indagate.

Continua qui

Libia:Sarraj,chiesti e iniziati raid Usa

Da governo di unità nazionale, primi bombardamenti oggi

Il governo di unità libico ha chiesto raid aerei americani contro l'Isis a Sirte: lo annuncia il premier Fayez al Sarraj, in conferenza stampa citato dai media locali, affermando che i primi bombardamenti sono stati effettuati oggi.

Il Pentagono Usa conferma l'inizio degli attacchi aerei, autorizzati dal presidente Barack Obama.

Continua qui

Libia, raid dei caccia Usa contro l’Isis a Sirte