sabato 7 gennaio 2017

Florida, spari in aeroporto: 5 morti. Arrestato il killer, americano con problemi mentali

Il killer è Esteban Santiago, 26enne di origine ispanica, passeggero di un volo proveniente dall'Alaska. Disse: "Costretto a lottare per Isis". L'arma, regolarmente dichiarata, era nel bagaglio imbarcato in stiva. Secondo la Cnn era noto all'Fbi


UN UOMO ha aperto il fuoco nell'aeroporto di Fort Lauderdale in Florida, pochi chilometri a nord di Miami, uccidendo cinque persone e ferendone altre otto nell'area ritiro bagagli. Il killer è stato catturato dalla polizia: è un americano di origine ispanica di 26 anni, nato nel New Jersey e che per molti anni ha vissuto in Alaska. Nel novembre 2016 Esteban Santiag sarebbe andato all'ufficio dell'Fbi di Anchorage, in Alaska, affermando che era costretto a combattere per l'Isis. Lo riporta la Cbs citando alcune fonti, secondo le quali nel 2011 o nel 2012 Santiago era stato indagato per pedopornografia, ma le autorità non avevano ottenuto prove sufficienti per poterlo denunciare. Successivamente Santiag, che è stato in Iraq con l'esercito Usa, avrebbe parlato di "tentativi di controllo mentale da parte del governo americano", che lo avrebbero costretto a "guardare video dell'Isis".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento