martedì 3 gennaio 2017

Migranti, rivolta nel cpa di Cona: 25 operatori bloccati per ore, poi liberati

Nel Veneziano. I fatti dopo la morte di una giovane ivoriana. La protesta per il ritardo nei soccorsi denunciato dai suoi compagni

CONA - Carabinieri e polizia sono intervenuti nella notte al centro di prima accoglienza di Cona, in provincia di Venezia, dopo lo scoppio di una rivolta in seguito alla morte all'interno della struttura di un'ivoriana di 25 anni. Lo rendono noto il commissariato e il comando di Chioggia (Venezia).

La giovane donna della Costa d'Avorio si chiamava Sandrine Bakayoko ed era in attesa di una risposta alla domanda di asilo politico. I migranti hanno denunciato un ritardo nei soccorsi: la 25enne si sarebbe sentita male, secondo i suoi compagni, verso le 8 di mattina, ma i soccorsi sarebbero arrivati solo alle 14.



Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento