sabato 28 gennaio 2017

Ruby Ter, Silvio Berlusconi sarà processato

Roma - Silvio Berlusconi sarà di nuovo alla sbarra per i versamenti, da migliaia di euro, alle ragazze ospiti delle “cene eleganti”. A mandare l’ex premier a processo, che inizierà il 5 aprile davanti ai giudici della quarta sezione del tribunale di Milano, è stato il gup Carlo Ottone De Marchi, che al termine della camera di consiglio seguita all’udienza preliminare di questa mattina - in cui sono intervenuti i difensori Franco Coppi e Federico Cecconi - ha stabilito il rinvio a giudizio per il leader di Forza Italia.

Al centro del nuovo dibattimento, che sarà probabilmente riunito con quello che vede già imputati per corruzione in atti giudiziari Karima El Mahroug e altre 22 persone, l’accusa, per l’ex premier, di avere comprato il silenzio o la reticenza delle ragazze-testimoni (Ruby compresa) con circa 10 milioni di euro. Versamenti qualificati da Berlusconi invece come gesti di “generosità’” nei confronti delle giovani, che hanno avuto la vita “rovinata” dal clamore dei processi. Agli atti dell’indagine coordinata dai pm di Milano, Luca Gaglio e Tiziana Siciliano, una mole di intercettazioni, documenti, messaggi Whatsapp, file e video, che, secondo l’accusa, dimostrerebbe che l’ex Cavaliere ha comprato il silenzio o la reticenza della marocchina e delle altre ’olgettine’.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento