sabato 28 gennaio 2017

Russia, approvata una legge che depenalizza la violenza domestica. “Condizione per creare famiglie forti”

L'iniziativa dovrà passare in Senato e poi essere sottoscritta dal presidente Vladimir Putin. La proposta di legge, proposta dalla deputata Yelena Mizulina, declassa i maltrattamenti familiari da reati penali a sanzioni amministrative

La Duma, la Camera bassa del Parlamento russo, ha approvato in maniera definitiva, con 380 voti a favore e tre contrari, il disegno di legge che depenalizza la violenza domestica Prima di entrare a far parte del corpus legislativo l’iniziativa dovrà passare in Senato e poi essere sottoscritta dal presidente Vladimir Putin. La bozza di legge, proposta dalla senatrice Yelena Mizulina, declassa i maltrattamenti familiari da reati penali a reati amministrativi. Un cittadino coinvolto per la prima volta come colpevole in un reato legato alla violenza domestica non sarebbe più giudicato in base al codice penale, ma pagherebbe soltanto una multa di 500 dollari o farebbe servizio presso una comunità. Solo se il reato fosse invece reiterato, sarebbe presa in considerazione una pena detentiva.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento