giovedì 5 gennaio 2017

Turchia, spari e autobomba al tribunale di Smirne. Morti impiegato e agente, uccisi due terroristi


L'attacco nella città dove si stanno concentrando le indagini per strage di Capodanno a Istanbul. Gli assalitori sarebbero riusciti ad entrare sparando nel palazzo di giustizia. Uno in fuga. Almeno 11 i feriti


UN POLIZIOTTO e un impiegato del tribunale sono rimasti uccisi a Smirne durante l'esplosione di due autobomba davanti al Palazzo di Giustizia, e nel successivo scontro a fuoco tra terroristi e polizia. Due attentatori sono stati uccisi, mentre il terzo è ancora in fuga. I feriti sono undici, tra questi alcuni agenti. A soli cinque giorni dall'attentato di Capodanno a Istanbul, in cui sono morte 39 persone e 65 ferite (la maggior parte stranieri), la Turchia è ancora sotto attacco dei terroristi. Secondo il governatore della provincia, Erol Ayyildiz, dietro l'attentato ci sarebbero ci sarebbero gli indipendentisti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). I terroristi - ha aggiunto il governatore - avevano due Kalashnikov e otto bombe a mano.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento