sabato 4 febbraio 2017

Giudice federale blocca lo stop ai migranti. La Casa Bianca: “Scandaloso”

Nuovo capitolo nel braccio di ferro tra la Casa Bianca e la giustizia americana. Un giudice federale statunitense, a Seattle, ha sospeso in maniera temporanea e su tutto il territorio nazionale il divieto che il presidente Donald Trump ha imposto agli immigrati di sette Paesi a maggioranza musulmana e ai rifugiati, una decisione che ha già obbligato il governo a comunicare alle aerolinee che possono accettare di nuovo tutti i passeggeri.

La Casa Bianca ha reagito con durezza alla decisione del magistrato definendola «scandalosa», un aggettivo che poi però ha ritirato da una versione corretta del comunicato. Ma ha anche annunciato che gli avvocati presenteranno «il prima possibile» un ricorso alla sentenza con l’obiettivo di ripristinare il veto che, a suo giudizio, è «legittimo e appropriato». «L’ordine (esecutivo) ha l’obiettivo di proteggere il Paese e il presidente ha il dovere costituzionale e la responsabilità di proteggere gli americani», ha aggiunto il governo.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento