giovedì 2 febbraio 2017

“I tagli della spending review incostituzionali”. Ora i Comuni vessati battono cassa al ministro Padoan

Si parla però di un atto del governo che stopperebbe le richieste per evitare guai alle casse centrali, lasciando, se così sarà, nei guai il territorio.

Novi Ligure
I tagli ai trasferimenti statali imposti ai Comuni dalla cosiddetta spending review del governo Monti nel 2012 erano illegittimi, così i sindaci (ma non tutti) stanno battendo cassa con chi avrebbe dovuto erogare quei fondi.

Ai ministeri delle Finanze e degli Interni stano arrivando numerose richieste in tal senso, dopo che nei mesi scorsi la Corte Costituzionale, in base a un ricorso al Tar del Lazio proposto dai comuni di Lecce e Andria, ha dichiarato che la manovra posta in essere dal governo per dimostrare ai mercati internazionali che lo Stato era credibile dal punto di vista dei conti è incostituzionale. Motivo? L’esecutivo ha agito senza coinvolgere gli enti interessati, senza cioè neppure convocare la conferenza Stato-Regioni per rendere nota la riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio e del fondo perequativo per il 2013.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento