sabato 11 marzo 2017

Lodi, spara e uccide un ladro. "Un colpo alla schiena". Indagato il ristoratore. Il sindaco: "Siamo con lui"

L'uomo, 67 anni, ha fatto fuoco con il suo fucile da caccia contro i malviventi che si sono introdotti nel suo ristorante con bar tabaccheria. Al vicino: "L'ho preso". La vittima abbandonata dai complici. Salvini su Facebook: "Subito una legge sulla legittima difesa"


Ucciso con un colpo alla schiena. Un gruppo di malviventi ha fatto irruzione in un bar tabaccheria di un ristorante e il titolare ha reagito sparando e uccidendo uno dei ladri. E' terminata nel sangue la tentata rapina nell'Osteria dei Amis di Gugnano, frazione di Casaletto Lodigiano, in provincia di Lodi. Uno dei ladri è morto, ucciso dal colpo sparato da Mario Cattaneo, 67 anni, cacciatore, che ha imbracciato il fucile da caccia. L'uomo è stato sentito nel pomeriggio in caserma a Lodi. E' indagato per omicidio volontario. "E' l'ipotesi più ampia - ha spiegato il procuratore Domenico Chiaro - per procedere alle necessarie verifiche e l'esito potrebbe essere anche quello di un procedimento per eccesso colposo di legittima difesa oppure potrebbe trattarsi di legittima difesa e in questo caso vi potrebbe non essere un processo". Immediate le reazioni: il sindaco della cittadina fa sapere che tutto il paese è con lui e la sua famiglia, Salvini su Facebook: "Subito una legge sulla legittima difesa".

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento