mercoledì 29 novembre 2017

Ikea Milano, a Corsico licenziata madre con figli piccoli perché non rispetta gli orari di lavoro

Donna di 39 anni licenziata dopo diciassette anni in azienda e un cambio di mansioni che non era in grado di rispettare: «Ho due bambini, il più piccolo disabile per cui ho la 104» spiega. I colleghi indicono una protesta contro l’azienda svedese.

«Madre single con due bambini piccoli, di cui uno disabile, licenziata da Ikea dopo 17 anni perché non riusciva a rispettare gli orari di lavoro». La denuncia arriva dalla Filcams Cgil che ieri ha organizzato uno sciopero di 2 ore nel negozio di Corsico per protestare contro il licenziamento.

«Sono stata messa alla porta perché non ho accettato il turno delle 7 del mattino. Un orario che per me è complicato, come sa bene l’azienda», spiega Marica Ricutti, 39 anni, madre separata di due bimbi di 10 e 5 anni, che usufruisce della legge 104 per seguire il figlio più piccolo disabile. Ikea, che ha contestato alla donna due episodi in cui si è presentata al lavoro non rispettando gli orari, replica che «sta svolgendo tutti gli approfondimenti utili a chiarire gli sviluppi della vicenda»

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento