martedì 28 febbraio 2017

Inflazione febbraio 1,5%, top da 4 anni

Istat, su mese aumento 0,3%. Traino da cibo, energia e trasporti

Continua ad accelerare il tasso di inflazione in Italia. A febbraio 2017, secondo i dati provvisori Istat la crescita dei prezzi raggiunge l'1,5% rispetto a febbraio 2016. Si tratta dell'aumento maggiore a partire da marzo 2013 (quando era stato +1,6%) e segna un ulteriore passo avanti rispetto a gennaio (+1%) e dicembre (+0,5%). Su base mensile, l'aumento è dello 0,3%. Questa dinamica, spiega l'Istat, è per lo più dovuta ad alimentari non lavorati (+8,8% su anno), beni energetici non regolamentati (+12,1%) e servizi di trasporto (+2,4%).

Volano i prezzi del carrello della spesa degli italiani che vedono a febbraio 2017 l'aumento maggiore da otto anni. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona, secondo i dati provvisori dell'Istat, aumentano infatti dell'1,1% su base mensile e del 3,1% su base annua (era +1,9% a gennaio).

Continua qui

Svizzera, suicidio assistito per un altro italiano

Roma - È morto a mezzogiorno Gianni Trez, il pensionato veneziano di 65 anni che ha scelto il suicidio assistito nella stessa struttura svizzera in cui si è lasciato morire Dj Fabo

«Non ha sofferto, era sereno, io e mia figlia gli abbiamo stretto le mani fino all’ultimo» ha detto la moglie Emanuela Di Sanzo, che ha poi ringraziato gli infermieri svizzeri della Dignitas, i volontari veneti dell’Avapo, lanciando infine un appello ai parlamentari: «Ora facciano una legge per impedire questi pellegrinaggi crudeli».

Continua qui

lunedì 27 febbraio 2017

Dj Fabo è morto, l'ultimo viaggio in Svizzera

Nell'ultimo audio: 'Sono qui senza l'aiuto del mio Stato'. 'Cappato: 'Ha scelto di andarsene rispettando le regole, di un Paese che non è il suo'

'Fabo e' morto alle 11,40, ha scelto di andarsene rispettando le regole, di un paese che non e' il suo'': lo scrive Marco Cappato sul suo profilo Facebook

"Sono finalmente arrivato in Svizzera - aveva detto stamani Fabiano nel suo ultimo audio - e ci sono arrivato purtroppo con le mie forze e non con l'aiuto dello Stato. Grazie a Marco Cappato per avermi sollevato da un inferno fatto di dolore".  Con Fabo c'è Marco Cappato, dell'associazione Luca Coscioni. 

Continua qui 

Guarda il video delle Jene

Da Welby a Dj Fabo, 11 anni lotta su 'diritto' morte

 

 

Sassi da un cavalcavia sull’A26: colpito un autocarro ma nessuna conseguenza per il guidatore

Sembra che le pietre siano state scagliate da un gruppo di ragazzi. Al lavoro gli agenti della Stradale, della Polizia e i Carabinieri

CASTELLAZZO B. (AL) – Sono in corso le ricerche per identificare gli autori del lancio di alcuni sassi da un cavalcavia sulla A26, all’altezza di Castellazzo Bormida, avvenuto intorno alle 18 di questa domenica. Le pietre hanno colpito sul parabrezza un autocarro in transito sull’autostrada. Nessuna conseguenza fisica per il guidatore. I primi accertamenti sembrano convergere su un gruppetto di ragazzi, poi subito fuggiti.

Continua qui

PIOGGE in arrivo al nord tra stasera e martedì, poi...

Una perturbazione è attesa al nord tra stasera e martedì, nella notte su mercoledì scivolerà verso il centro-sud; mercoledì e giovedì tempo migliore, anche se un po' variabile. Venerdì e sabato ritorno di piogge intermittenti al nord, domenica su tutto il Paese. Temperature superiori alla media.


 SITUAZIONE: il flusso perturbato atlantico si abbasserà di latitudine quanto basta per determinare tempo variabile, a tratti debolmente perturbato sull'Italia; una debole perturbazione transiterà al nord tra stasera e martedì, per poi scivolare attenuata verso il centro-sud nella notte su mercoledì.

EVOLUZIONE: dopo una pausa di tempo variabile ma con prevalenza di sole e temperature miti, dalla notte su venerdì ritorno delle piogge al nord, che insisteranno ad intermittenza anche nella giornata di sabato. 

Continua qui 

Nuova neve per le Alpi, localmente fino a mezzo metro: tutti i dettagli

Nuova neve per le Alpi, localmente fino a mezzo metro: tutti i dettagli - See more at: https://www.meteoindiretta.it/giornale-meteo/18807/neve-alpi-settimana-mezzo-metro-previsione/#sthash.09IfbDEm.dpuf
Nuova neve per le Alpi, localmente fino a mezzo metro: tutti i dettagli - See more at: https://www.meteoindiretta.it/giornale-meteo/18807/neve-alpi-settimana-mezzo-metro-previsione/#sthash.09IfbDEm.dpuf
Nuova neve per le Alpi, localmente fino a mezzo metro: tutti i dettagli - See more at: https://www.meteoindiretta.it/giornale-meteo/18807/neve-alpi-settimana-mezzo-metro-previsione/#sthash.09IfbDEm.dpuf

sabato 25 febbraio 2017

Taranto, la moglie dell'uomo assolto dopo vent'anni: "Così ho atteso Angelo in carcere per errore"

Patrizia Massaro aveva 22 anni quando nel 1996 il marito fu arrestato con l'accusa di omicidio, per un'intercettazione interpretata male. Ora è tornato in libertà: "Ha trovato un altro mondo"


Angelo Massaro è ancora spaesato, sta imparando a usare lo smartphone. Entrò in carcere che aveva trent'anni, lasciando fuori l'Italia del 1996, quella di Romano Prodi premier, del Milan di George Weah, della Terra dei cachi di Elio e le storie tese per uscirne 21 anni dopo catapultato nell'era dei social network. Fu condannato a 24 anni per l'omicidio di un suo caro amico soltanto per la cattiva interpretazione di una frase dialettale intercettata al telefono.

Diceva alla moglie che portava un "muers", un carico ingombrante attaccato all'auto. Gli investigatori pensarono si trattasse di un "muert", cioè del cadavere. Una maledetta consonante cambiò il senso della frase e della sua vita. La revisione dopo vent'anni in cella: non è lui il killer. Ieri per Angelo Massaro il primo risveglio tra le braccia di sua moglie Patrizia, che in tutti questi anni non lo ha mai abbandonato. E poi l'abbraccio con i figli Antonio e Raffaele. Quando fu arrestato avevano due anni e mezzo l'uno e 45 giorni l'altro. Ora sono adulti e lavorano.


Continua qui

Meteo a 7 giorni: variabilità primaverile a cavallo tra febbraio e marzo...

Si conferma una prossima settimana all'insegna della variabilità con qualche precipitazione soprattutto al nord e al centro.

Mancano 4 giorni al fischio finale dell'inverno meteorologico. Il 1 marzo prenderà ufficialmente il via la primavera meteorologica; il tempo attenderà questo appuntamento presentando una situazione consona alla nuova stagione in ingresso.
Le mappe in nostro possesso mostrano per la prossima settimana un flusso occidentale scarsamente ondulato sull'Europa centrale e l'Italia.
Le correnti da ovest arrivano direttamente dall'Oceano e non si presentano quasi mai fredde; al suo interno scorrono sistemi nuvolosi più o meno intensi che con i loro transiti cadenzano spesso la primavera del Bel Paese.
La prima mappa valida per martedì 28 febbraio, mostra gli effetti (in verità modesti) della prima perturbazione attesa in Italia nel lasso temporale in parola.

Continua qui

venerdì 24 febbraio 2017

Furbetti cartellino: blitz ospedale Napoli, 55 arresti

Ai domiciliari medici, tecnici, infermieri e sociosanitari. Un medico durante l'orario di servizio prendeva il taxi e andava a giocare a tennis e un dipendente dell'ufficio controlli, invece, faceva lo chef nel Nolano.

Blitz anti assenteismo dei carabinieri del Nas nell'ospedale Loreto Mare di Napoli: 55 persone - un neurologo, un ginecologo, 9 tecnici di radiologia, 18 infermieri professionali, 6 impiegati amministrativi, 9 tecnici manutentori e 11 operatori sociosanitari - sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica. Complessivamente sono 94 le persone indagate. 

Continua qui

Caporalato, il marito della vittima: "Abbiamo rotto l'omertà, ora i miei figli non trovano lavoro"

Dopo l'inchiesta che ha portato a 6 arresti, intervista a Stefano Arcuri: "La nostra è stata battaglia di dignità in memoria di Paola"


Stefano Arcuri, è soddisfatto?
"Tutto quello che abbiamo fatto è stato soltanto per la memoria di Paola e perché nessuna possa più lavorare nelle sue stesse condizioni. Siamo gente semplice, la nostra è una battaglia di dignità. Oggi è una giornata importante".

Stefano è il marito di Paola Clemente. Se non avesse avuto il coraggio di denunciare le condizioni nelle quali sua moglie era costretta a lavorare mai nessuno avrebbe riesumato il cadavere di Paola. Mai nessuno avrebbe potuto mettere spalle al muro il sistema del nuovo caporalato con l'inchiesta che ieri ha portato a sei arresti in Puglia. Parla con il suo avvocato, Vito Miccolis, che fin dal principio lo ha accompagnato in questa storia.

L'INCHIESTA: LE NUOVE SCHIAVE DEI CAMPI


"I miei figli, oggi, hanno difficoltà a trovare lavoro e temo che sia anche per quello che abbiamo fatto, per il coraggio della nostra denuncia. Ma non mi pare che abbiamo fatto niente di speciale. Ma soltanto quello che era giusto per Paola. Quello che è accaduto oggi mi sembra la migliore risposta: se si ha fiducia nelle istituzioni, se ci si affida alla giustizia, prima a poi la giustizia quella vera, arriva. Certo c'è ancora altro da fare".

Continua qui

Morta nei campi per due euro l’ora: "La mia Paola merita giustizia”

 Continua qui


 

giovedì 23 febbraio 2017

Taxi e Uber a confronto

A bordo sulla stessa tratta a Roma, ecco le differenze

Il video

Bracconieri di notte sulle colline di Gavi, fermate tre persone

Cacciavano di notte, a stagione ormai chiusa, sulle colline del gaviese: tre italiani sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri per bracconaggio. I tre, di 19, 49 e 59 anni, sono stati sorpresi dai militari allertati dai residenti, che avevano sentito di notte colpi d'arma da fuoco provenire dalle campagne vicine alle abitazioni.

GAVI (AL) – Cacciavano di notte, a stagione ormai chiusa, sulle colline del gaviese: tre italiani sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri per bracconaggio. I tre, di 19, 49 e 59 anni, provenienti dal genovese e dal pisano, sono stati sorpresi dai militari allertati dai residenti, che avevano sentito di notte colpi d’arma da fuoco provenire dalle campagne vicine alle abitazioni.

Continua qui

mercoledì 22 febbraio 2017

Lieve scossa di terremoto in val Borbera, è la terza in 7 giorni

L'epicentro del sisma, di intensità tale da non provocare danni, è stato individuato nei pressi di Cabella Ligure. Nell'ultima settimana, a una quindicina di chilometri di distanza in linea d'aria, si sono verificate altre due scosse di lievissima entità


CABELLA LIGURE (AL) – Una scossa di terremoto di magnitudo 2,2 è stata registrata nelle prime ore di stamattina, mercoledì 22 febbraio, a Cabella Ligure, in val Borbera. L'epicentro – secondo i dati forniti dall'Ingv, l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia – è stato individuato esattamente sotto la frazione di Piuzzo. Il sisma, di intensità tale da non provocare danni (quello di Novi del 2003 fu di magnitudo 4,8), è stato registrato a una profondità di 10,5 chilometri nel sottosuolo, alle 6.16 di stamane.

Continua qui

martedì 21 febbraio 2017

Sarah Scazzi, confermato l'ergastolo per Sabrina e Cosima. Arrestato anche Michele Misseri

La condanna definitiva della Cassazione per la cugina e la zia della 15enne uccisa ad Avetrana. Il fratello di Sarah: "Ha trovato giustizia". Ma lo zio continua ad accusarsi dell'omicidio: "Chiedo scusa a mia moglie e mia figlia"

Sono state Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano a uccidere Sarah Scazzi nell'agosto del 2010 ad Avetrana. A sancirlo sono stati i giudici della prima sezione penale della Cassazione che hanno confermato tutte le pene decise in appello. Ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano, otto anni di reclusione per Michele Misseri, ritenuto colpevole di soppressione di cadavere. Pena ridotta a 4 anni e 11 mesi per Carmine Misseri, accusato di aver aiutato il fratello Michele. Confermate, infine, le pene per Vito Russo junior e Giuseppe Nigro, entrambi condannati a un anno e quattro mesi per favoreggiamento personale.

Continua qui

Notte d’inferno a Novi Ligure, esplosione in una palazzina, feriti due Vigili del Fuoco che stavano spegnendo l’incendio

Un’esplosione nella notte ha scosso il comune di Novi Ligure (AL), distruggendo parte di un un edificio, ferendo due Vigili del fuoco, per fortuna non in maniera gravissima come si può vedere nell’immagine che pubblichiamo  sopra.
Tutto è iniziato poco dopo mezzanotte in un’abitazione in via IV novembre, angolo viale della Rimembranza  all’ingresso principale della città per chi proviene da Pozzolo e mentre scriviamo (le 8 di martedì mattina) le operazioni sono ancora in corso.
Ma andiamo con ordine raccontando quello che, secondo la prima sommaria ricostruzione, è accaduto.
E’ mezzanotte e mezza quando scatta l’allarme: in una palazzina in via IV Novembre angolo viale della Rimembranza, per cause ancora in corso di accertamento scoppia un incendio sul tetto.
Sul posto intervengono subito i Vigili del fuoco di Novi Ligure che come si può vedere dalla foto sotto iniziano a spegnere le fiamme, non prima però di aver evacuato la palazzina.
 Continua qui

Telecity ufficializza la richiesta di 69 esuberi tra Castelletto, Alessandria, Assago, Torino e Genova

A rischio licenziamento impiegati, tecnici, operatori e giornalisti. Oltre a Telecity (97 dipendenti), il gruppo comprende Telestar (10), Italia 8 (5), Radio 5 (2) e Radiocity (2)

Castelletto d'Orba (AL)

Con i suoi tg accompagna da quarant’anni pranzi e cene di molti piemontesi. E alzi la mano chi, facendo zapping, non si è imbattuto almeno una volta nel «liscio» dello show «Musica Insieme». Ora per il gruppo Telecity, nato nel 1976 a Castelletto d’Orba, su iniziativa dell’imprenditore Giorgio Tacchino, si profilano tagli massicci per provare a tenere in piedi l’azienda. Sono 69 su 116 i dipendenti che rischiano il posto di lavoro, in base al documento consegnato venerdì alle Rsu della sede di Assago, dando avvio alla procedura di licenziamento collettivo. 

In poche ore i contenuti del piano, atteso da metà gennaio dopo un primo annuncio della maxi sforbiciata, sono arrivati nelle altre sedi del gruppo: ad Alessandria e Castelletto, poi a Torino e a Genova. «Se le cifre saranno confermate - dice Marco Sali, Slc Cgil -, ci troviamo di fronte a un’azienda che ha intenzione di tagliare il 60% del suo personale. E ci vengono a parlare di voler continuare a ricoprire un ruolo preminente tra le televisioni minori?». 

Continua qui

Processo dura 20 anni, lo stupro è prescritto. Il giudice: "Chiedo scusa alla vittima"

Cade l'accusa per l'uomo che abusò della figlia della convivente. Nel 2007 la condanna, ma in Appello tutto si è arenato. In Aula a Torino l'imbarazzo della Corte: "Bimba violentata due volte"


TORINO - "Questo è un caso in cui bisogna chiedere scusa al popolo italiano". Con queste parole, la giudice della Corte d'Appello Paola Dezani, ieri mattina, ha emesso la sentenza più difficile da pronunciare. Ha dovuto prosciogliere il violentatore di una bambina, condannato in primo grado a 12 anni di carcere dal tribunale di Alessandria, perché è trascorso troppo tempo dai fatti contestati: vent'anni. Tutto prescritto. La bambina di allora oggi ha 27 anni. All'epoca dei fatti ne aveva sette.

Dall'aula l'hanno chiamata per chiederle se volesse presentarsi al processo, iniziato nel 1997, in cui era parte offesa. Ma lei si è rifiutata: "Voglio solo dimenticare". Il procedimento è rimasto per nove anni appeso nelle maglie di una giustizia troppo lenta. Lo ammette senza mezzi termini il presidente della corte d'Appello Arturo Soprano: "Si deve avere il coraggio di elogiarsi, ma anche quello di ammettere gli errori. Questa è un'ingiustizia per tutti, in cui la vittima è stata violentata due volte, la prima dal suo orco, la seconda dal sistema".

Continua qui

Unar nella bufera dopo il servizio delle Iene. Il direttore si dimette

Si denuncia un presunto legame del dirigente dell'Ufficio con un'associazione lgbt. Meloni: 'Ufficio venga chiuso oggi stesso'

L'Unar nella bufera dopo un servizio tv delle Iene in cui si mostra che l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni finanzierebbe un'associazione gay nei cui circoli si consumerebbero rapporti sessuali a pagamento. Il direttore dell'Unar, Francesco Spano, si è dimesso dal suo incarico. Precedentemente Spano era stato convocato a Palazzo Chigi dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, Maria Elena Boschi.

Sulla vicenda erano insorti alcuni politici tra cui la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, che chiede la chiusura immediata dell'Ufficio, e Lucio Malan di Forza Italia, secondo il quale l'associazione da tempo agisce al di fuori della legge.

Continua qui

lunedì 20 febbraio 2017

Outlet aperto anche a Pasqua, i dipendenti protestano con una petizione

Aumentano i giorni di apertura dell'Outlet di Serravalle Scrivia e tra i lavoratori serpeggia il malcontento. Nel corso del 2017 i negozi rimarranno aperti due giorni in più: a Pasqua e a Santo Stefano. Scendono dunque a due i giorni di chiusura dell'Outlet: lo shopping si fermerà solo a Natale e a capodanno

SERRAVALLE SCRIVIA (AL) – Aumentano i giorni di apertura dell’Outlet di Serravalle Scrivia e tra i lavoratori serpeggia il malcontento. Domenica scorsa i dipendenti del centro commerciale hanno saputo che nel corso del 2017 i negozi rimarranno aperti due giorni in più: a Pasqua e a Santo Stefano. Scendono dunque a due i giorni di chiusura dell’Outlet: lo shopping si fermerà solo a Natale e a capodanno.

Continua qui

La spesa con i soldi dei poveri della Croce rossa di Casale Monferrato: chiesti cinque rinvii a giudizio

Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio di Giulio Prosio, ex presidente fino al 2010, Anna Patrucco, già addetta alla contabilità, Angelo Patrucco, prima dipendente e poi volontario, Roberto Zanforlin, autista soccorritore, e Fabio Gallione, che ebbe compiti amministrativi


Casale Monferrato(AL)
È stata fissata al 21 marzo davanti al gup di Vercelli l’udienza preliminare per il peculato contestato a 5 persone che facevano parte della vecchia gestione del Comitato casalese della Croce rossa. Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio di Giulio Prosio, ex presidente fino al 2010, Anna Patrucco, già addetta alla contabilità, Angelo Patrucco, prima dipendente e poi volontario, Roberto Zanforlin, autista soccorritore, e Fabio Gallione, torinese, che svolse compiti amministrativi. 

Continua qui

Carrefour conferma 619 esuberi. Filcams:salvaguardare occupazione

(Teleborsa) – Carrefour  ha confermato oltre 600 esuberi in 32 ipermercati durante il primo incontro nell’ambito delle procedure di licenziamento collettivo avviate. L’azienda ha confermato la dichiarazione di 619 esuberi, individuati appunto in 32 ipermercati su complessivi 57, di cui 55 a gestione diretta. Lo sottolinea in una nota la Filcams Cgil, secondo cui oggi le priorità sono “la salvaguardia occupazionale e la garanzia di condizioni di lavoro accettabili”.

“La decisione unilaterale di Carrefour contraddice quanto concordato col sindacato neanche un anno fa, nel contesto del rinnovo del contratto integrativo aziendale. – spiega la Filcams – Un contratto integrativo restitutivo in considerazione del quale la società si era impegnata, per l’intera vigenza, a garantire i livelli occupazionali, mantenendo il perimetro esistente, e di cui Carrefour ha già anticipato la disdetta nei prossimi giorni”.

Continua qui

domenica 19 febbraio 2017

Pd, è il giorno dell’assemblea nazionale. Renzi si dimette: «Non potete chiedermi di non candidarmi»

Roma - «E ormai chiaro che è Renzi ad aver scelto la strada della scissione, assumendosi così una responsabilità gravissima». Lo dichiarano Michele Emiliano, Enrico Rossi e Roberto Speranza alla fine della giornata più lunga del Pd, quella in cui Matteo Renzi ha lasciato la segreteria del Partito democratico. Il congresso, dice all’assemblea del partito, «si farà nei tempi statutari». Il presidente del Pd, Matteo Orfini, chiudendo i lavori dell’assemblea e indicendo il congresso ha rivendicato «il lavoro fatto in questi anni». Convocherà la direzione per martedì con all’ordine del giorno la nomina della commissione.

Continua qui

Giallo a Gavi: cadavere di un uomo forse accoltellato trovato in un furgone

Il corpo era nella ex cava all’ingresso del paese utilizzata come parcheggio per bus e camion

Il furgone bianco sul quale è stato trovato il cadavere
Giampiero Carbone
Gavi (AL)
Il cadavere di un uomo, forse di nazionalità inglese, è stato trovato stamattina a Gavi, nella ex cava all’ingresso del paese, utilizzata come parcheggio per bus e camion. Il corpo senza vita era all’interno di un furgone bianco sul quale ora i carabinieri stanno svolgendo i rilievi. Secondo le prime indiscrezioni, presenterebbe ferite compatibili con un accoltellamento. La zona è stata transennata.

Continua qui

Aggiornamento: Gavi, trovato senza vita nel furgone parcheggiato

Milano, parzialmente bruciate tre palme in piazza Duomo

Tre palme tra quelle che sono state appena piantate nei giorni scorsi in Piazza Duomo a Milano sono state parzialmente bruciate, una più delle altre, la notte scorsa. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza per identificare i vandali.

Secondo una prima ricostruzione, l’episodio si sarebbe verificato dopo la mezzanotte in quanto prima sono presenti in Duomo i controlli fissi di Polizia e Carabinieri. 

Continua qui

Starbucks sbarca a Milano: porta con sè palme e banani

Incidente nucleare alla centrale nucleare di Krško, in Slovenia

L'allarme è stato lanciato dall'Unione Europea, l'incidente occorso in queste ore, dista circa 130 km da Trieste

di Valsusa Report

La centrale è stata connessa alla rete il 2 ottobre 1981, entrando in operatività il 15 gennaio 1983. È dotata di un reattore ad acqua pressurizzata Westinghouse di costruzione canadese da 696 MW elettrici netti contenente 48,7 tonnellate di combustibile a base di ossido d’uranio.

Da sempre la sta al centro di interrogazioni e manifestazioni di protesta da parte di numerose associazioni ambientaliste. Nel 1993 si chiese di adeguare l’impianto alle normative dell’Unione Europea. I generatori di vapore Westinghouse pare abbiano tutti lo stesso problema: perdite con fuoriuscita di radionuclidi dispersi nell’atmosfera. La centrale di Krško sorge su di una faglia ed è dunque zona sismica. Ne parlammo qui dopo un terremoto nella zona.

Se si verificasse un incidente della portata di quello di Chernobil le persone coinvolte sarebbero circa 30 milioni, di cui 5 milioni a rischio di vita. Indicativamente, le zone maggiormente coinvolte dal fall-out radioattivo sarebbero, oltre a Slovenia e Croazia, il Triveneto in particolare e in generale l’Italia centro-settentrionale.

Nella mattina del 16 febbraio alle ore 8e30 la centrale nucleare di Krsko si è automaticamente fermata perché il sistema di sicurezza ha evidenziato un problema alla ventilazione delle pompe dell’acqua verso il reattore. Le autorità non segnalano fuoriuscite di materiale radioattivo.

Continua qui

 

sabato 18 febbraio 2017

Presentato l'arrivo in 'rosa' di Tortona, i velocisti sprinteranno in Corso Cavour

Presentato l'arrivo della 13^ tappa (venerdì 19 maggio) del Giro d'Italia del centenario. "Volevamo rendere omaggio ai corridori che hanno fatto la storia di questa corsa, il tortonese non poteva mancare" ha dichiarato il direttore Mauro Vegni. Dopo 162 km con partenza da Reggio Emilia, traguardo in Corso Cavour


TORTONA (AL) - Giovedì 16 nella Sala Romita del Comune di Tortona è stato ufficialmente presentato l'arrivo della 13^ tappa del 'Giro d'Italia del centenario', che venerdì 19 maggio porterà in città la carovana rosa. Oltre al sindaco Gianluca Bardone, all'assessore comunale con delega allo sport Vittoria Colacino e all'assessore regionale Giovanni Maria Ferraris, presenti in sala il direttore della 'corsa rosa' Mauro Vegni e il 'testimonial' ed ex campione del mondo Vittorio Adorni. 

Continua qui

Weekend sereno, ma con banchi di nebbia

Alessandria


Sabato strati di nubi basse saranno presenti nel primo mattino che localmente insisteranno anche nelle ore centrali del giorno. Domenica invece sarà più facile per il sole fare capolino, consentendo così anche ai valori massimi di temperatura di salire

METEO - Sabato strati di nubi basse saranno presenti nel primo mattino che localmente insisteranno anche nelle ore centrali del giorno, pertanto il sole farà fatica ad imporsi sullo strato nebbioso.

Domenica il sole sarà maggiormente presente in particolare nelle ore centrali della giornata consentendo anche ai valori massimi di temperatura di salire maggiormente.

Continua qui

venerdì 17 febbraio 2017

Radio Sportiva, sospeso lo sciopero Aperta la trattativa con i sindacati




Da sabato 18 febbraio riprenderanno le trasmissioni in diretta con la consueta programmazione. L’editore si è detto disponibile a pagare gli arretrati


Di nuovo in onda con le consuete 16 ore di diretta al giorno: da domani mattina (sabato 18 febbraio) i giornalisti di Radio Sportiva sospendono lo sciopero. L’editore dell’emittente-fenomeno, capace in poco più sei anni di arrivare quasi un milione di ascoltatori al giorno, ha deciso di aprire una trattativa per il pagamento degli stipendi arretrati (in alcuni casi arrivano a cinque mensilità) e per la regolarizzazione dei rapporti di lavoro all’interno della redazione (a fine ottobre c’è stata un’ispezione dell’Inpgi che ha riscontrato varie anomalie).
Il comunicato congiunto
Da lunedì scorso le trasmissioni di Radio Sportiva (quiqui qui gli articoli sui cinque giorni protesta) erano praticamente ferme: sono andati in onda solo radiogiornali registrati e programmi registrati. La svolta con un comunicato congiunto dell’Associazione della Stampa Toscana e della Priverno srl, editrice dell’emittente radiofonica, in cui informano che «si è aperto un tavolo di trattativa per la risoluzione della vertenza. Il tavolo proseguirà nei prossimi giorni, anche presso sedi istituzionali, con l’intesa di pervenire ad una conclusione favorevole nel minor tempo possibile». Lunedì 20 febbraio è previsto un primo incontro in Regione, con l’ex assessore Gianfranco Simoncini coordinare dell’unità di crisi sul mondo del lavoro.
Continua qui

Muore strangolata con filo del pc. Fermato il marito

Donna 68 anni trovata priva di vita in appartamento nel Grossetano

E' stato fermato dai carabinieri il marito della donna di 68 anni, Anna Costanzo, trovata morta strangolata nella sua casa a Pozzarello, all'Argentario (Grosseto). L'uomo, Alberto Novembri, 70 anni, era sul treno Roma Termini-Pisa ed è stato rintracciato all'altezza di Capalbio scalo, mentre stava tornando verso Orbetello. A fermarlo i carabinieri del comando provinciale di Grosseto e quelli della compagnia di Orbetello che da stamani lo stavano ricercando. L'uomo si sarebbe recato a Roma, ma poi avrebbe deciso di tornare verso casa.

Continua qui 


S.Valentino: ancora donne uccise, una ogni 3 giorni e mezzo

 

 

Mani Pulite, 25 anni dopo: Di Pietro, il malaffare si è evoluto

'C'è ancora ma si è ingegnerizzato per garantirsi più impunità' 

"Da una parte rimane l'amarezza nel constatare che nonostante tutto quel che ha scoperchiato Mani Pulite, il sistema della corruzione e del malaffare nella pubblica amministrazione è rimasto ma non come prima: si è 'ingegnerizzato' per garantirsi maggiore impunità. Dall'altra parte bisogna sottolineare, come dimostrano le inchieste quotidiane, che la magistratura, nella lotta alla corruzione, non ha abbassato la guardia". 

Continua qui

giovedì 16 febbraio 2017

Crolla un’intera cascata di ghiaccio a Gressoney-St-Jean, quattro morti

Gressoney-St-Jean(AO)
È di quattro morti il bilancio dell’incidente avvenuto intorno alle 11 a Gressoney-St-Jean dove è crollata una cascata di ghiaccio. Sulla cascata battezzata «Bonne Année» si stava arrampicando un ghiacciatore mentre altri quattro erano alla base della parete. Il crollo è stato improvviso.

Sul posto sono intervenuti subito gli uomini del Soccorso alpino: un primo sorvolo con l’elicottero non ha permesso di individuare i ghiacciatori. Le guide hanno così raggiunto la base della cascata a piedi. Per quattro scalatori non c’è stato niente da fare mentre un quinto era in sosta in parete e non è stato coinvolto dal crollo. Illeso, è stato comunque preso in carico dal medico a bordo dell’elicottero. I cadaveri, una volta recuperati, saranno trasportati ad Aosta. Le operazioni sono rese difficili dal pericolo di nuovi crolli.

Continua qui



Ragazzo suicida a Lavagna, era stata la madre a chiamare la Guardia di Finanza

Il prete: "Parlate delle vostre vite, non abbiate paura, noi non siamo i nostri sbagli ma le cose belle"


"Grazie per aver ascoltato l'urlo di disperazione di una madre che non poteva accettare di vedere suo figlio perdersi". Lo ha detto in chiesa  la madre del sedicenne di Lavagna che si è tolto la vita in seguito ad una perquisizione per droga. Era stata lei al mattino ad andare a parlare con i finanzieri perchè aveva sentore del fatto che girasse la droga davanti a scuola. "Si è rivolta a noi perchè dopo innumerevoli tentativi di convincere il fgilio di smettere di farsi di spinelli non sapeva più cosa fare - racconta il generale Renzo Nisi, comandante provinciale della Guardia di Finanza - noi abbiamo organizzato un servizio e siamo andati lì". Poi è successo tutto. La famiglia comunque conferma la fiducia nella Finanza, lo ha fatto anche con i manifesti pubblicati nella cittadina ligure.

Continua qui

mercoledì 15 febbraio 2017

Corte dei Conti: "Il patrimonio Inps per la prima volta in rosso"

La relazione dei magistrati contabili sull'ente della previdenza. Nel 2015 le spese per prestazioni (307 miliardi) hanno superato nettamente le entrate contributive (215 miliardi). Sulla riforma della governance di Boeri: "Disegno comune di razionalizzazione". Poletti: "Nessun allarme, il sistema è in equilibrio"

MILANO - Inps, il patrimonio diventa rosso per la prima volta: gli accantonamenti legati alla svalutazione dei crediti contributivi che non verranno mai incassati affossano la cassa previdenziale italiana.

E' la Corte dei Conti a fotografare il deterioramento della solidità finanziaria dell'Inps: nella relazione sul bilancio 2015 dell'Istituto della previdenza, i magistrati contabili scrivono che "sul versante economico patrimoniale si assiste a una situazione in peggioramento rispetto al precedente esercizio. Lo scostamento tra i saldi finanziari e quelli economici è dovuto principalmente all'andamento dei residui attivi". La Corte sottolinea che l'esercizio 2015 si è chiuso con un risultato economico negativo per 16,3 miliardi, "condizionato da un accantonamento al fondo rischi crediti contributivi per 13,09 miliardi. In conseguenza di ciò, il patrimonio netto si attesta su 5,87 miliardi, con un decremento sul 2014 di 12,54 miliardi".
Ma a questo punto i magistrati contabili anticipano un effetto a valere sul 2016 notando che "per effetto di un peggioramento dei risultati previsionali assestati del 2016 (con un risultato economico negativo che si attesta su 7,65 miliardi) il patrimonio netto passi, per la prima volta dall'istituzione dell'ente, in territorio negativo per 1,73 miliardi". Andando ancora oltre nel tempo e scontando il bilancio di previsione per il 2017 adottato dal presidente il 27 dicembre 2016 e in corso di approvazione da parte del Civ, mostra un risultato economico di esercizio negativo per 6,152 miliardi e un patrimonio netto che si attesta -7,863 miliardi

Continua qui

“Addormentatemi per sempre”. Così Dino ha deciso di morire

Nel Trevigiano somministrato un cocktail di farmaci a un malato di Sla. L’infermiera che lo ha visto spirare: non è eutanasia, ho rispettato la legge

Fabio Poletti
inviato a Montebelluna (TV)
Al bar dell’Inter vicino alla chiesa non era più riuscito ad andare. Anche i pappagallini che allevava con amore non riuscivano più a strappargli un sorriso. La vita di Dino Bettamin non era più la sua vita. Anche il lavoro da macellaio, prima da suo cugino poi alla Pavo, era un ricordo lontano. Per fortuna ogni tanto passava Guido, lo caricava su una carrozzella e lo portava a fare un giretto. L’ultima gita, se lo ricorda bene Tommaso, il figlio di Dino, l’avevano fatta 15 giorni fa: «Aveva voluto andare a prendere la cioccolata ad Asolo. Poi quando ha sentito di non farcela più ha chiesto di essere addormentato per spegnersi senza soffrire».

Continua qui

Campidoglio, Berdini si dimette: "Periferie sprofondano ma unica preoccupazione è lo stadio". Raggi: "Ora basta. Noi andiamo avanti"

L'assessore all'Urbanistica finito nella bufera dopo alcune dichiarazioni sulla sindaca rilasciate alla Stampa

Paolo Berdini si è dimesso in modo irrevocabile dall'incarico di assessore all'Urbanistica di Roma. A comunicarlo è stato lui stesso in una nota. "Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l'emergenza abitativa, l'unica preoccupazione sembra essere lo stadio della Roma. Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell'urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma", si legge nella nota. La decisione di Berdini è arrivata dopo il passo avanti verso la realizzazione dell'impianto a Tor di Valle arrivato dopo il vertice in Campidoglio tra alcuni esponenti della giunta Raggi e la società.

Continua qui

Muraro: “Virginia commissariata da gruppi affaristici dentro e fuori il M5S”

martedì 14 febbraio 2017

Si getta in corsa dall'auto del padre, ragazza di 17 anni travolta e uccisa nel Milanese

L'impatto lungo la Cassanese, dove la giovane è stata schiacciata da un tir. Il camionista non si è accorto dell'impatto, il padre sotto shock ha chiamato i soccorsi. Da chiarire i motivi del gesto


Un disagio covato a lungo, fino al gesto drammatico. Avrebbe fatto tutto da sola, secondo i primi rilievi dei carabinieri della compagnia di San Donato e della polizia stradale, la ragazza di 17 anni, originaria di Pozzolo Martesana, investita e uccisa lunedì pomeriggio. Ha aperto la portiera dell'auto su cui stava viaggiando con il padre 56enne, si è slacciata le cinture di sicurezza e si è lanciata in corsa sull'asfalto della Cassanese, tra Segrate e Pioltello. Violentissimo l'impatto con la strada. Subito dopo un tir l'ha travolta. La giovane non ha avuto scampo.

Continua qui 

Perquisizione a casa per l’hashish, a 15 anni si butta dal balcone a Lavagna

 

 

lunedì 13 febbraio 2017

ULTIMISSIME dal MODELLO AMERICANO: confermata l'instabilità nel week-end, poi...

L'avvento dell'alta pressione sarà seguito da una fase moderatamente instabile sull'Italia durante il prossimo week-end. A seguire ritorno dell'alta pressione...

Confermato l'avvento dell'alta pressione sull'Italia a partire da mercoledì 15 febbraio...ma giungono ulteriori conferme per un possibile week-end instabile sullo Stivale.

Come anticipato in altra sede, si tratterà di una "goccia fredda" in quota, non di una perturbazione propriamente detta.
L'elaborazione di mezzogiorno la pone in sede francese (prima mappa), ma gli spostamenti del perno instabile saranno molteplici nel corso della prossime uscite modellistiche.

L'instabilità sull'Italia comunque viene confermata anche da questo run, sia sabato che domenica, segnatamente al centro e su parte del settentrione.

Il "dopo" sembra ancora orientato all'alta pressione (seconda mappa). Da notare come la figura stabilizzante si allungherà sui paralleli stante un rinforzo del getto alle alte latitudini (frecce rosse).

In questo frangente l'Italia godrà di una situazione climatica discreta, con poche precipitazioni e temperature miti da nord a sud.


Continua qui

La diga rischia di collassare, evacuate 188mila persone in California

Oroville, le autorità: la valle potrebbe essere inondata

Le autorità californiane hanno ordinato l’evacuazione di almeno 188mila persone nel nord dello Stato, a Oroville, a causa del possibile collasso dello sfioratore di emergenza dell’omonima diga, che provocherebbe l’inondazione della valle sottostante. Con i suoi 234,7 metri, la diga di Oroville, circa 240 chilometri a nordest di San Francisco, è la più alta degli Stati Uniti.

Continua qui

sabato 11 febbraio 2017

Isis: "Ucciso Rachid Kassim, nemico n.1 della Francia"

L'uomo, considerato l'istigatore dell'assassinio di padre Jacques Hamel nella chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray, sarebbe stato colpito da un drone Usa a Mosul


Secondo il Pentagono, Rachid Kassim, 30 anni, di origine francese, è morto in un raid americano vicino Mosul, la capitale de facto dell'Isis in Iraq, dove si sta combattendo da settimane una durissima battaglia tra esercito ufficiale (con milizie varie) e lo Stato Islamico. Kassim è un nome che molti lettori non avranno mai sentito. Eppure era una figura cruciale dell'ideologia e della ferocia jihadista, uno dei più pericolosi. E la sua perdita, qualora fosse confermata, sarebbe un colpo durissimo all'Isis.

Continua qui

venerdì 10 febbraio 2017

Francia, quattro arresti per terrorismo: "Volevano colpire Parigi"

Tra i fermati anche una ragazza di 16 anni: aveva registrato un video di giuramento all'Isis due giorni fa. Nel covo un vero e proprio laboratorio per la preparazione di esplosivo Tatp. Il ministro dell'Interno Le Roux: "Sventare attentato imminente"

PARIGI - Quattro persone, tra cui una ragazza di 16 anni, sospettate di voler perpetrare un attacco a Parigi sono state fermate a Clapiers, vicino Montpellier, nel sud della Francia. L'arresto è avvenuto "dopo che i quattro avevano acquistato dell'acetone", sostanza ad alto potenziale esplosivo che può essere usato per fabbricare degli ordigni, ha detto una fonte della polizia.

Continua qui

Bufera su Libero per titolo sessista su Raggi. Il Pd: "Prima pagina fa schifo"

Grillo: "Massima solidarietà a Virginia". Di Maio: "Superato ogni limite". Boldrini: "Questo è giornalismo spazzatura"


"Patata bollente" e foto della sindaca di Roma Virginia Raggi: è la prima pagina del quotidiano Libero, che apre con un articolo di Vittorio Feltri che collega le "vicende comunali e personali" della prima cittadina della capitale all'epopea (ancora non conclusa) Berlusconi-Ruby-Olgettine, invocando la "legge del trapasso" che ora vedrebbe la Raggi "assumere il ruolo increscioso di tubero incandescente".

Arriva via Facebook la vicinanza di Beppe Grillo alla sindaca: "Massima solidarietà alla nostra Virginia. Questa è l'informazione italiana", ricordando che il quotidiano diretto da Pietro Senaldi e Vittorio Feltri "nel 2016 ha perso il 16,3% dei suoi lettori rispetto al 2015. Il 2017 è appena iniziato".


Continua qui

giovedì 9 febbraio 2017

Rientra l'allarme dopo l'esplosione nella centrale nucleare di Flamanville, in Francia. Fermato un reattore

Possibili feriti. Prefettura: 'Nessun rischio atomico'

L'incidente alla centrale nucleare di Flamanville, nel nord-ovest della Francia, "è finito": è quanto annuncia la prefettura locale.

Stamani c'è stata una esplosione questa mattina intorno alle 10.00 nella centrale nucleare di Flamanville, in Francia. Secondo la prefettura, non c'è alcun rischio legato al nucleare. Cinque persone sono "leggermente intossicate" dopo l'esplosione secondo quanto riferiscono i soccorsi sul posto, precisando che un reattore della centrale è stato "spento per precauzione".

Continua qui

“Non chiamateci eroi, facciamo solo il nostro lavoro”. Le parole del Vigile del Fuoco martedì sul palco dell’Ariston

ALESSANDRIA – È stata sicuramente una bella sensazione, per chi è alessandrino o vive in provincia, vedere un Vigile del Fuoco con la mostrina ‘Alessandria’ in prima fila sul palco dell’Ariston in occasione della prima serata del Festival di Sanremo.

Nella imponente schiera di quanti stanno lavorando nei luoghi colpiti dal terremoto c’era infatti anche Stefano Fagliano, Caposquadra del Comando dei Vigili del Fuoco di Alessandria e del distaccamento di Novi Ligure oltre che elisoccorritore del reparto Volo Piemonte. Una presenza che testimonia il ruolo importante dei pompieri alessandrini, iniziata ad agosto e culminata con le operazioni di soccorso all’hotel Rigopiano. “La nostra – ha spiegato a Radio Gold Stefano Fagliano – è stata una presenza in rappresentanza di tutti coloro che sono intervenuti, un riconoscimento del lavoro che viene fatto quotidianamente dal Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e da tutti gli altri enti intervenuti”.

Un lavoro per loro normale per tutti gli altri straordinario che ha giustamente incassato il ringraziamento corale di tutti gli spettatori all’interno del teatro, sottolineato da un lungo applauso a scena aperta: “vedere un riconoscimento così plateale del nostro lavoro suscita sicuramente emozioni molto particolari ed è stata una cosa fuori dal comune vedere tutte queste persone che hanno dato modo di spiegare quanto facciamo quotidianamente. Noi però, è bene ricordarlo e sottolinearlo, eravamo solo una presenza in rappresentanza di tutti gli altri colleghi”.
“Non ci sentiamo eroi, il nostro lavoro lo facciamo tutti i giorni e ci limitiamo a farlo con tutto l’impegno e la dedizione usati anche al Rigopiano”.
(Stefano Fagliano)

Continua qui
 

Meteo a 7 giorni: Italia sospesa tra FREDDO e MITEZZA...

Situazione abbastanza singolare nei prossimi giorni in Europa: sui settori nord-orientali del continente dominerà una vasta zona anticiclonica, mentre più ad ovest una depressione foriera di aria umida e piogge. Ecco i risvolti in Italia...

 

Gli occhi di appassionati e addetti ai lavori sono puntati alla giornata di venerdì al settentrione.

Bene inteso, non stiamo parlando di neve abbondante in pianura o altre situazioni estreme, tuttavia i bianchi fiocchi potrebbero farsi vedere a bassa quota su diverse zone dell'alta Italia, non disdegnando le bassure qualora le precipitazioni fossero consistenti.
La prima mappa mostra la situazione attesa in Italia nelle ore centrali di venerdì 10 febbraio. Le quote neve al nord sono puramente indicative e possono fluttuare in alto o in basso in base all'intensità delle precipitazioni.
Le possibilità che la neve raggiunga la pianura padana al momento non sono molto elevate, circa 40%. Al centro e al sud la neve sarà invece relegata alle zone appenniniche, specie quelle rivolte ad oriente, sopra i 1000-1200 metri. Attenzione ai rovesci anche intensi sui settori ionici, seppure in attenuazione rispetto alla

Continua qui

Ultimi aggiornamenti:

Oggi - 07:36
Spruzzata di NEVE confermata per venerdì su diverse zone della Valpadana e segnatamente tra est Piemonte ed ovest Lombardia, sino a 300-400m altrove, ma possibile nei fondovalle alpini del Triveneto dal pomeriggio-sera e nella notte su sabato.

Oggi - 07:27
FINE SETTIMANA: a tratti piovoso al nord con limite della neve sulle Alpi oltre gli 800-1100m, solo sulle cime sul nord Appennino.




 

mercoledì 8 febbraio 2017

Theo pestato e violentato dagli agenti in Francia: l'Inter lo invita a Milano

Il club nerazzurro ha studiato un'iniziativa per regalare un sorriso al ragazzo vittima del violento arresto a Parigi

Ha fatto il giro del mondo la brutta storia di Theo, ragazzo francese vittima di un violentissimo arresto nella banlieue di Aulnay-sous-Bois, a Parigi. E, allo stesso modo, non è passato inosservato a molti il fatto che il giovane, durante il ricovero in ospedale, indossasse una maglietta dell'Inter. Così, il club nerazzurro, molto colpito dalla vicenda, ha trovato il modo di regalargli almeno un sorriso. 

Continua qui

Roma, su Berdini tensione in giunta. Raggi: "Mi aspetto una smentita". Stefàno: "Valuti dimissioni"

Vertice in Campidoglio dopo che le parole dell'assessore sulla sindaca hanno messo in subbuglio la maggioranza


Un terremoto, l'ennesimo. Stavolta tutto politico, in attesa degli scossoni che potrebbero arrivare dalle inchieste. Le parole dell'assessore Paolo Berdini riferite da La Stampa hanno messo in subbuglio la giunta e la maggioranza guidate da Virginia Raggi in Campidoglio che già mal tolleravano le prese di posizione del titolare dell'Urbanistica capitolina a proposito del nuovo stadio della Roma. "Mi aspetto una smentita, a me ha sempre detto il contrario", ha detto la sindaca all'arrivo in Campidoglio.


Continua qui

L’eretico che svela la banda

 

 

lunedì 6 febbraio 2017

Savona, arrestati due funzionari della Prefettura e un poliziotto

Savona - Un poliziotto e due funzionari della Prefettura di Savona sono fra gli arrestati nell’ambito di un’indagine della squadra Mobile che questa mattina è sfociata nella notifica di 6 ordinanze di custodia cautelare.

Indagine, si legge in una nota della questura, che ha permesso di evidenziare gravissimi indizi a carico di 3 pubblici ufficiali sospettati di una serie di comportamenti illeciti posti in essere abusando delle proprie funzioni pubbliche allo scopo di assicurare un illecito profitto con azioni che integrano gli estremi dei resti di corruzione, traffico e influenze illecite, peculato, truffa aggravata ai danni dello Stato, rivelazione di segreti d’ufficio, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, falso.

Continua qui

In Romania la protesta non si ferma. Premier: 'Non mi dimetto per soddisfare piazza'

Ancora manifestazioni nel Paese

Il premier socialdemocratico romeno Sorin Grindeanu non ha intenzione di dimettersi "per soddisfare la piazza". Lo ha dichiarato alla tv privata Antenu 3 mentre, nonostante il ritiro da parte del governo del decreto 'salva-corrotti', sono ancora migliaia i manifestanti che a Bucarest e nel resto del Paese continuano a protestare.

Fonte

Valanghe in Afghanistan e Pakistan, 100 morti

Automobilisti soccorsi, voli a terra. Bilancio ancora incerto

Pesanti nevicate e valanghe hanno colpito in questi giorni la regione montuosa fra Pakistan e Afghanistan, con un bilancio, che è ancora incerto e provvisorio, ma già molto grave: almeno un centinaio di morti.

Si calcola - fa sapere la Bbc, che cita fonti locali - che solo negli ultimi tre giorni i morti siano almeno 100, 16 dei quali sepolti da una valanga poco a nord di Kabul e altri 13 almeno in una valanga a Chitral e dintorni, nel nord del Pakistan.

Continua qui

domenica 5 febbraio 2017

MALTEMPO: intensa PERTURBAZIONE in transito sull'Italia

Tra oggi (domenica) e lunedi 6 febbraio il maltempo abbraccerà molte zone d'Italia

 

La seconda settimana di febbraio si apre con un intenso peggioramento sull'Italia.

Dopo l'estenuante treno di perturbazioni che ha colpito la nostra Penisola negli ultimi giorni, con effetti soprattutto al nord e al centro, sta arrivando il fronte di "chiusura".
In altre parole, questa perturbazione non transiterà velocemente come le altre, ma tenderà ad invorticarsi in serata sul Mar Ligure, formando una depressione abbastanza profonda, che successivamente si sposterà verso sud-est.
Il minimo barico attirerà aria fredda dai quadranti orientali verso il centro-nord della nostra Penisola. Ciò determinerà un calo della quota neve questa sera specie al nord-ovest, fino a 400-500 metri.

Tra questa notte e la mattinata di domani (mappa in alto a sinistra), la depressione medesima allargherà un po' le maglie e si muoverà in direzione dell'Italia centro-meridionale.
La rotazione progressiva delle correnti a nord-est determinerà un calo della quota neve anche sull'Emilia Romagna (fino a 500-600 metri), con successiva attenuazione dei fenomeni nel corso di lunedì.

Continua qui

Mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio: in arrivo NEVE a bassa quota al nord?

Il Generale Inverno avrà ancora delle cartucce da sparare

 

 

Si allacciano al contatore di un vicino e rubano l’energia elettrica. Denunciati coniugi di Arquata

L'eccessivo consumo di energia ha però iniziato a insospettire il titolare della bolletta, un uomo di 68 anni, che ha così chiesto l'intervento dei Carabinieri

ARQUATA SCRIVIA (AL) – I Carabinieri hanno denunciato una coppia di Arquata Scrivia per furto di energia elettrica. Per alleggerire le bollette della luce marito e moglie si erano abusivamente allacciati al contatore di un vicino. L’eccessivo consumo di energia ha però iniziato a insospettire il titolare della bolletta, un uomo di 68 anni, che ha così chiesto l’intervento dei militari.

Continua qui

Auto sbanda vicino a Roma, muoiono 4 ragazzi

A Guidonia, nello schianto perdono la vita una 17enne e tre 18enni

Quattro giovanissimi sono morti nella notte in un incidente stradale nel comune di Guidonia, in località Setteville, vicino Roma. Viaggiavano a bordo di un'auto che è sbandata e si è schiantata contro un albero. Le vittime sono due ragazzi e due ragazze, di cui tre 18enni e un 17enne.


    Sul posto i vigili del fuoco, che hanno estratto i corpi dalle lamiere, e la polizia stradale per i rilievi. Il tratto di via Tiburtina dove si è verificato lo schianto è stato chiuso al traffico fino al termine delle operazioni. 

Continua qui

Usa, altro no al bando anti immigrati: la Corte d’Appello respinge il ricorso del Dipartimento di Giustizia

La Corte d’Appello ha respinto il ricorso urgente presentato dal Dipartimento di Giustizia americano che chiedeva la sospensione della decisione del giudice federale di Seattle che aveva bloccato il bando di ingresso negli Stati Uniti per persone provenienti da 7 Paesi a maggioranza musulmana emesso dal presidente Donald Trump.

Continua qui

sabato 4 febbraio 2017

Burolo, si sgozza alla cassa del supermercato con la lama di una scatoletta di tonno

La studentessa era insieme ai genitori al Carrefour: ignoti per ora i motivi del gesto
 
Burolo
Una ragazza di 20 anni si è sgozzata, intorno alle 10,30 di oggi, sabato, davanti alle casse del supermercato Carrefour a Burolo. Era insieme ai genitori quando all'improvviso ha aperto una lattina e con il becco di metallo si è recisa la carotide. Sono scattati immediatamente i soccorsi, ma per la donna, una studentessa di Bollengo, non c'è stato nulla da fare. Ignoti, al momento, i motivi che l'hanno indotta al suicidio. Indagano i carabinieri della Compagnia di Ivrea.

Continua qui