venerdì 30 marzo 2018

Alessandro Fiori, trovato morto il 33enne italiano scomparso in Turchia

Il giovane manager di Soncino (Cremona) trovato in mare con il cranio fracassato, nella zona del porto. L’esame del Dna, comparato con quello del padre, non lascia dubbi. Dal 14 marzo la famiglia non aveva avuto più notizie. Si indaga per omicidio.

Alessandro Fiori, il 33enne manager di Soncino (Cremona) scomparso due settimane fa a Istanbul, è stato ritrovato senza vita, con il cranio fracassato, nella zona del porto, a Sarayburnu. Il corpo si trovava in mare, vicino alla riva: sarebbe stato portato lì dalle correnti del mare. Il cadavere, avvistato da alcuni passanti e recuperato dalla polizia turca, è stato inviato all’Istituto di medicina forense locale per accertarne l’identità attraverso il test del Dna e chiarire le cause del decesso, e un campione di Dna è stato prelevato dal padre, che si trova da giorni nella città turca, per effettuare un confronto con quello del cadavere. Avuti i risultati dell’esame, la Farnesina ha confermato che il corpo trovato a Istanbul è quello di Alessandro Fiori. La procura di Roma ha aperto un’indagine per omicidio. In Procura si attende una prima informativa su quanto accaduto.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento