venerdì 30 marzo 2018

Broker pavese ucciso in Messico con 2 revolverate alla testa

Ultimo contatto con la convivente il 20 marzo, 26 trovato corpo

Un intermediario finanziario, Alberto Villani, 37 anni, che abitava a Pavia, è stato trovato ucciso con due colpi di revolver alla testa e il suo corpo è stato messo in un sacco di plastica a Tlaltizaplan, una cittadina di 45 mila abitanti a circa 100 chilometri da Città del Messico nello stato di Morelos. Lo riporta La Provincia Pavese secondo la quale a fianco del corpo è stato ritrovato un cartello in spagnolo con la scritta: "Questo mi è successo per essere un ladro".

La valigia e gli effetti personali di Alberto Villani sarebbero spariti dall'albergo di Cuautla, la località dove l'intermediario finanziario si trovava. E' quanto avrebbe scoperto la Polizia messicana che sta indagando sul delitto. Villani si era recato in Messico per seguire un affare che stava portando avanti con alcuni soci messicani: con loro aveva costituito una società finanziaria che dovrebbe occuparsi anche della realizzazione di alcuni uffici. L'inchiesta viene seguita in Italia dalla Procura di Roma.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento