mercoledì 7 marzo 2018

Padova, brucia la porta della moschea durante spoglio: tradito dalla tessera elettorale

Il documento, usato per appiccare il fuoco, è rimasto leggibile anche dopo il rogo. L’autore è stato individuato e denunciato dai Carabinieri, che hanno risolto il caso in poco più di 24 ore. Si tratta di un 57enne, invalido civile e pensionato

Né un movente politico, né razzista. Ma è stato tradito dalla tessera elettorale, rimasta leggibile anche dopo il rogo, l’autore dell’attentato incendiario compiuto domenica notte (in pieno scrutinio delle politiche) davanti alla moschea di Via Turazza a Padova. L’autore è stato individuato e denunciato dai Carabinieri, che hanno risolto il caso in poco più di 24 ore. Si tratta di un 57enne, invalido civile e pensionato: non è un estremista e non risulta essere legato ad alcun partito. Aveva litigato con un vicino di casa, un immigrato musulmano, e per vendicarsi ha pensato di appiccare le fiamme al centro di preghiera. Usando per far partire il fuoco la tessera elettorale, che non è finita tutta in cenere. Nei resti del piccolo rogo è rimasto un lembo del documento, in cui apparivano i dati che hanno portato all’identificazione del piromane.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento