venerdì 31 maggio 2019

Briga Alta, al ballottaggio il borgo con 48 abitanti e il seggio in un altro paese

L'incredibile storia della cittadina in provincia di Cuneo: per raggiungere il Municipio (che comunque è inagibile) bisogna passare dalla Liguria e poi tornare in Piemonte

Torino - Tra i 136 Comuni italiani che si preparano al ballottaggio di domenica 9 giugno per le elezioni amministrative, il più piccolo è Briga Alta, che è in provincia di Cuneo, al confine con la Liguria: 124 elettori, la maggior parte dei quali vivono all'estero, ma appena 48 residenti: domenica qui c'è stato un clamoroso pareggio tra i 2 candidati sindaco, con 10 voti a testa per Francesco De Lucia e Giancarlo Mureddu, oltre a 6 schede bianche e 2 nulle.
Briga Alta è il Comune cuneese dei record: è il paese più a sud del Piemonte, è il comune italiano con il minor numero di abitanti per chilometro quadrato (meno di uno) e dei 22 candidati a sindaco o consigliere comunale, solo uno è residente in paese; ancora: per arrivare Piaggia, la frazione dove ha sede il Municipio, si deve passare in Liguria e poi tornare in Piemonte (mappa qui sotto). Ma non servirebbe a nulla, perché da tre anni l'edificio è "fuori uso": prima per una frana che l'ha reso inagibile nell'alluvione del novembre 2016, poi perché la strada per raggiungerlo è ancora troppo dissestata.
Continua qui

Whirlpool chiude lo stabilimento di Napoli, i sindacati: "Sciopero subito"

I lavoratori incrociano le braccia per otto ore: "Lʼannuncio è arrivato senza preavviso" nel giorno della presentazione del piano industriale



Whirlpool ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Napoli, dove sono in forza circa 420 lavoratori. Lo comunicano i sindacati dopo un incontro di coordinamento nazionale a Roma tra Whirlpool e Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm. All'ordine del giorno c'era la presentazione del profit plan. L'annuncio, sottolinea il sindacato, "è arrivato senza alcun preavviso": dichiarato uno sciopero di otto ore, su tutti i turni in tutti i siti del gruppo.

"Nei prossimi giorni, Whirlpool lavorerà con le organizzazioni sindacali, le istituzioni locali e nazionali per definire tutti i dettagli e le tempistiche della riconversione, che saranno resi noti non appena possibile", ha fatto sapere l'azienda in una nota.

Kim giustizia negoziatori summit con Usa

Leader nordcoreano punisce fallimento, ripresa anche la sorella

Un ciclo d'epurazioni ha colpito in Corea del Nord i funzionari 'responsabili' del fallimento del secondo summit con gli Stati Uniti di fine febbraio: il capo negoziatore Kim Hyok-chol è stato giustiziato a marzo, mentre Kim Yong-chol, ex braccio braccio del leader Kim Jong-un sparito da settimane dagli eventi pubblici, è finito in un campo di rieducazione.
    Il Chosun Ilbo, citando una fonte di Seul, riporta che l'operazione è stata voluta dal supremo leader che non ha risparmiato neanche l'onnipresente sorella minore Kim Yo-jong, alla quale "è stato consigliato di tenere un basso profilo".

L'Aquila, si cala dal balcone: la protesta del direttore Confcommercio

"Imprese terremotate appese da un filo". Acrobatica manifestazione sulla questione tasse post sisma

Acrobatica protesta all'Aquila: il direttore regionale di Confcommercio Celso Cioni si è calato dal balcone di casa con imbracatura e caschetto e sul petto un cartello con scritto "124 imprese terremotate appese ad un filo". Motivo della singolare manifestazione è infatti la questione delle tasse, sospese per 18 mesi dopo il sisma dell'Aquila a imprese e partite Iva, di cui ora si chiede la restituzione con cartelle esattoriali perché considerate aiuti di Stato dalla Commissione europea.
Il dirigente dell'associazione di categoria, con casco e attrezzatura da alpinista, con un verricello si è calato dal terzo piano della sua abitazione per poi esporre il cartello. Ieri sera le prove, "fatte - spiega lo stesso Cioni - con i miei amici Agostino Cittadini, guardia alpina, ed Enrico Bromo e Gianvito Pappalepore, appassionati di montagna. Ho voluto rappresentare simbolicamente questa grave situazione che pende come una spada di Damocle da anni sulla testa di 124 imprenditori chiamati a restituire circa 100 milioni, mora compresa, per non aver commesso nulla di illegale, ma per errore di qualche burocrate europeo che non si rende conto che all'Aquila, oltre al tragico sisma, è successo di tutto: da dieci anni subiamo ogni tipo di catastrofe naturale il che significa che il tessuto economico e sociale meriterebbe un po' di convalescenza per riprendersi".
Continua qui

Fisco più pesante sulla casa: per Imu e Tasi è l’anno degli aumenti

Fra pochi giorni i proprietari di seconde case, altri fabbricati, aree edificabili e terreni non esenti sono chiamati alla cassa per l’acconto Imu e Tasi 2019. Quello di lunedì 17 giugno (il 16 è domenica) è il primo appuntamento dopo che la legge di Bilancio ha rimosso lo stop ai rincari comunali, operativo dal 2016. La rilevazione del Sole 24 Ore del lunedì, alla vigilia dell’approvazione dei bilanci, ha individuato aumenti in arrivo nel 9,4% dei Comuni capoluogo per l’Imu e nel 2,4% per la Tasi.
In realtà, la legge istitutiva dell’Imu - che si ritiene applicabile anche alla Tasi - afferma che i proprietari possono ignorare, almeno per ora, le delibere (e gli eventuali aumenti) decisi dai Comuni per quest’anno. Di fatto, la maggiore imposta può essere versata tutta in occasione del saldo del prossimo 16 dicembre, andando a conguaglio. Molte decisioni comunali, però, sono già pubblicate sul sito ufficiale del dipartimento delle Finanze e vale la pena di fare un rapido riscontro.
Continua qui

Pil: in calo su base annua, non accadeva da fine 2013. Spread sfonda quota 290

Ultime stime Istat sul primo trimestre, tendenziale - 0, 1%

Il Pil tendenziale nel primo trimestre del 2019 è tornato negativo (-0,1%) come non accadeva dal quarto trimestre del 2013. Lo rende noto l'Istat nell'ultima stima sul Prodotto interno lordo, in base a dati corretti per gli effetti di calendario. 
Il Pil italiano nel primo trimestre del 2019 è salito dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti mentre è calato dello 0,1% su base annua, rileva ancora l'Istat (dati corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati) rivedendo al ribasso le stime diffuse a fine aprile, quando il Prodotto interno lordo era previsto in aumento dello 0,2% in termini congiunturali e dello 0,1% a livello tendenziale.
L'istituto rivede al ribasso il Pil del primo trimestre ma, nonostante ciò, è confermata l'uscita dell'Italia dalla recessione tecnica, dovuta ai due cali consecutivi registrasti negli ultimi due trimestri del 2018, entrambi chiusi a -0,1%. Infatti il Prodotto interno lordo del primo trimestre in termini congiunturali risulta comunque positivo (+0,1%). 
Continua qui

Ma quand’è che Salvini smette di giocare al “superministro” e inizia a dirci dove sono i soldi per l’Iva?


Cannabis, Cassazione: è reato vendere prodotti derivati

Stop dunque alla vendita della 'cannabis light'

Per la Cassazione, la legge non consente la vendita o la cessione a qualunque titolo dei prodotti "derivati dalla coltivazione della cannabis", come l'olio, le foglie, le infiorescenze e la resina. Lo hanno deciso le sezioni unite penali della suprema corte che così danno uno stop alla vendita della 'cannabis light'.
La commercializzazione di 'cannabis sativa L'. e, in particolare, di foglie, inflorescenze, olio, resina, ottenuti dalla coltivazione della predetta varietà di canapa, non rientra nell'ambito di applicazione della legge n.242 del 2016 che qualifica come lecita unicamente l'attività di coltivazione di canapa" delle varietà per uso a fini medici, "pertanto integrano reato", afferma la Cassazione nella sua massima sulla 'cannabis light', "le condotte di vendita e, in genere, la commercializzazione al pubblico, a qualsiasi titolo, dei prodotti derivati dalla coltivazione della 'cannabis sativa L.', salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante". Saranno dunque i giudici di merito, di volta in volta, a valutare quale sia la soglia di 'efficacia drogante' che rientra nei 'parametri' del consentito. Il verdetto emesso dalle Sezioni Unite si è concluso con l'annullamento con rinvio della revoca di un sequestro di prodotti derivati dalla cannabis, come chiesto in subordine dal Pg della Suprema Corte che si era espresso per l'invio degli atti alla Consulta, come prima indicazione.

giovedì 30 maggio 2019

Taranto: morto il giovane che segnalò le polveri dell'ILVA nella sua abitazione, città in lutto


Continua qui

La moglie prende il reddito di cittadinanza, il marito fa il pasticciere: denunciati.

La moglie prende il reddito di cittadinanza, il marito fa il pasticciere: denunciati
Blitz dei carabinieri all'interno del laboratorio di un bar nel quartiere Oreto. Nei guai un uomo di 35 anni e una donna di 30. In azione i militari della stazione di Acqua dei Corsari e i colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro
La moglie prende il reddito di cittadinanza, il marito fa il pasticciere: denunciati
I carabinieri scovano altri due furbetti del reddito di cittadinanza. E scattata la denuncia per due coniugi palermitani. Si tratta di un uomo di 35 anni e di una donna di 30. In azione i militari della stazione di Acqua dei Corsari, intervenuti con i colleghi del nucleo Ispettorato del Lavoro.
"A seguito delle indagini - spiegano dal comando provinciale - è emerso che, sebbene la donna percepisse il reddito di cittadinanza e le fosse già stata corrisposta la somma di 1.050 euro, il marito 35enne svolgeva prestazioni di lavoro in nero. I carabinieri infatti lo hanno sorpreso mentre lavorava come pasticcere all’interno del laboratorio di un bar nel quartiere Oreto".
I militari inoltre hanno accertato che il titolare del bar impiegava in nero anche altri tre lavoratori. La carta acquisti è stata quindi sequestrata e sono state inoltre elevate sanzioni e ammende per un totale di 112 mila euro

Continua qui


Ha reddito cittadinanza e lavora in nero



Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/cronaca/pasticcere-reddito-cittadinanza-marito-moglie-denunciati.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

I francesi si prendono il Parmigiano Reggiano: Lactalis acquista Nuova Castelli

La Nuova Castelli sarà acquisita dal Gruppo Lactalis Italiache ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione dell’intero capitale sociale della società, detenuto, per circa l’80%, dal fondo di investimento inglese Chartherhouse Capital Partner. Nel 2018 la Nuova Castelli ha realizzato un fatturato di 460 milioni di euro, dei quali circa il 70% grazie all’esportazione. I brand più conosciuti all’interno del portfolio sono Castelli, Mandara e Alival.
La società di Reggio Emilia è leader nella distribuzione dei formaggi Dop italiani e principale esportatore di Parmigiano Reggiano nel mondo, di cui sforna circa 105.000 forme all’anno.
Continua qui

Caso Di Maio, governo verso la crisi: ipotesi elezioni a fine settembre



C'è una cosa, una sola, su cui Matteo Salvini e Luigi Di Maiosono d'accordo: con ogni probabilità il governo cadrà. Intesa anche sulla road map verso l'abisso giallo-verde: crisi tra fine giugno e inizio luglio, scioglimento del Parlamento dopo rapide consultazioni di Sergio Mattarella a metà luglio. Data presunta del voto: il 29 settembre o la domenica successiva, appena in tempo per permettere al governo che verrà di scrivere la legge di bilancio da inviare alla Commissione europea.

Continua qui

Di Maio: aiutatemi con la Lega. Gelo con Di Battista che rinvia il tour
Conte vede Salvini e Di Maio: «Accelerare i confronti per ripartire». Poi, sale al Colle da Mattarella



Luigi Di Maio, sfogo estremo contro Alessandro Di Battista: "Dov'era, a fare il falegname? Poi torna qui e..."

Edoardo Rixi, il viceministro leghista condannato per peculato dal Tribunale di Genova

È stato condannato a 3 anni e 5 mesi per peculato Edoardo Rizzi,viceministro leghista, imputato nel processo per le “spese pazze” in Regione Liguria. Il procuratore aggiunto Francesco Pinto aveva chiesto per il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, finito nei guai per il suo vecchio ruolo di capogruppo della Lega, 3 anni e 4 mesi. Per l’accusa sarebbero ingiustificati i 97mila euro usati – tra il 2010 e il 2012 – dal gruppo e rimborsati in quanto spese istituzionali. Francesco Bruzzone, già presidente del Consiglio regionale e attuale parlamentare, è stato condannato a 2 anni e 10 mesi
Nel capo di imputazione ci sono sono infatti viaggi in montagna, gite fuoriporta nei weekend e una mangiata di ostriche al Cafè de Turin di Nizza. Persino 600 euro spesi in un’armeria  e rimborsati – come tutto il resto – con fondi pubblici.

Bollette luce e gas, rischio aumento per salvare Alitalia

Per salvare Alitalia lo Stato italiano potrebbe ricorrere a un aumento delle bollette energetiche. Il monito viene dall'Autorità dell'Energia (Arera), che ha inviato una segnalazione a Parlamento e governo. Secondo l'Arera, sarebbe opportuno che la norma prevista nel dl crescita per la continuità del servizio della compagnia «venisse modificata nell'iter di conversione, per assumere il carattere di straordinarietà (una tantum), con riferimento esclusivo all'anno 2019, introducendo un termine di restituzione delle somme disponibili presso i conti della Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA)”.
Gli articoli 37 e 50 del decreto crescita, ricorda l'Autorità, prevedono la possibilità di utilizzare 650 milioni di euro presenti sui conti della Cassa per i servizi energetici per la copertura finanziaria della misura in favore della continuità del servizio di Alitalia.
Nella segnalazione, l'Authority sottolinea come «le disposizioni, riducendo le disponibilità finanziarie della CSEA ne comprimano i margini di flessibilità, funzionali alle molteplici esigenze di copertura finanziaria degli oneri generali di sistema, inclusa la mitigazione degli effetti per i clienti finali, in caso di forti ed inattese oscillazioni dei costi di generazione o di approvvigionamento dell'energia».
Continua qui

Europee: il 29% degli ex elettori M5S disposto a votare Lega

Studio, Pd 'isolato', pochi margini sovrapposizione partiti

Il successo della Lega, la sconfitta del Movimento 5 Stelle, il prosciugamento del potenziale bacino di espansione del Pd: sono i tre principali elementi delle Elezioni europee, rispetto alle politiche, su cui ha ragionato uno studio condotto dalle Università di Milano, Siena e Torino, in collaborazione con l'Osservatorio di Pavia.

La ricerca suggerisce che l'espansione del bacino elettorale della Lega è sostanzialmente dovuta ad ex-elettori di Forza Italia e ad elettori che nel 2018 hanno votato per i 5 Stelle. Di questi ultimi, il 29% dice che la probabilità di votare per la Lega è superiore al 50%; il 14% di questi invece esprime una probabilità superiore al 50% di votare per il PD.

In un quadro di sostanziali perdite, i 5 Stelle tengono meglio nel Sud. Riguardo il Partito democratico, invece, secondo la ricerca "colpisce il fatto che il Pd sia con ridotti margini di sovrapposizione con altri partiti. Ormai non corre più il rischio di perdere elettori a differenza di Forza Italia che ne vede molti attratti da Lega o FdI. Ma allo stesso tempo, si trova in una posizione isolata, con potenziali alleati di sinistra o centro-sinistra ridotti al lumicino e con difficoltà ad incrociare nuovi elettori disposti a votarlo".

Lo studio ha messo a confronto anche la presenza sui media dei leader dei principali partiti e movimenti, i temi trattati e le piattaforme di comunicazione che maggiormente hanno condizionato l'opinione degli elettori.

Continua qui

Naufragio Budapest: 7 morti, 21 dispersi

Sulla nave turistica affondata nel Danubio c'erano 33 sudcoreani

(ANSA) - BUDAPEST, 30 MAG - E' salito ad almeno sette morti e 21 dispersi il bilancio dell'affondamento di una nave da turismo con a bordo 33 passeggeri sudcoreani e due membri d'equipaggio ungheresi scontratasi con un'altra imbarcazione nel fiume Danubio, in centro a Budapest.
    Il ministero degli Esteri della Corea del Sud ha confermato che 33 suoi cittadini erano sulla barca e che 19 sono ancora dispersi. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha incaricato i propri funzionari di impiegare "tutte le risorse disponibili" per sostenere le operazioni di soccorso in Ungheria e ha ordinato il lancio di una task-force governativa guidata dal ministro degli Esteri, Kang Kyung-wha, per affrontare l'incidente.

Continua qui

mercoledì 29 maggio 2019

Landini: “No alla flat tax, chi ha di più deve pagare di più”

«Per noi la riforma fiscale va fatta, ma affrontando tre punti. Colpire l’evasione fiscale, basta condoni. Le tasse devono essere progressive: chi più ha, più deve pagare. E poi c’è bisogno di semplificare il sistema fiscale, incentivando le imprese che investono e tengono qui le produzioni».Così Maurizio Landini, segretario CGIL, a margine dell’incontro “Dati alla mano, serve più democrazia. Un piano regolatore per reti trasparenti e algoritmi negoziabili” a Milano.

Video

Parlamento Ue, i Verdi chiudono la porta ai 5 Stelle: "No a chi governa con estrema destra"

Oltre al pessimo risultato in Italia, con il voto delle elezioni europee Luigi Di Maio ha dovuto incassare anche il fallimento del progetto di creare un gruppo autonomo nel parlamento Ue, visto che tra gli alleati continentali dei 5 Stelle solo i croati hanno ottenuto un seggio (per formare un gruppo servono partiti di sette Paesi). Nelle ore successive al voto, dunque, è rispuntata l'ipotesi di bussare alla porta dei Verdi Europei, una delle formazioni uscite vincitrici dalle urne. Il capogruppo del partito ecologista a Bruxelles Philippe Lamberts chiude però nettamente all'ipotesi di un'alleanza con il M5S. Intanto i Verdi si preparano alle trattative per un possibile ingresso nella maggioranza europeista che dovrebbe formarsi nel prossimo parlamento. Lamberts  tuttavia avverte i possibili partner - Popolari, Socialisti e Liberali - dicendo: "Se ci vogliono a bordo, ci sarà un prezzo da pagare in termini di cambiamento delle politiche".

Continua qui (video)

La vecchia idea di Cirio: slot machine e bordelli per rilanciare l'economia piemontese

Cirio, rispunta un video del 2017 | Slot e bordelli per rilanciare l'economia | Piemonte

L'intervento è del 2017 e magicamente è rispuntato online subito dopo l'ufficializzazione della candidatura di Alberto Cirio a presidente della Regione Piemonte. L'occasione era un convegno sul gioco d'azzardo organizzato a Torino. In quel contesto, l'eurodeputato del PPE e attuale candidato presidente del centrodestra non ha lasciato spazio ad alcuna ambiguità. 
"In Piemonte abbiamo il lago Maggiore che è una meta straordinaria di turismo congressuale. I congressi si fanno nei posti belli e dove ci sono opportunità di svago per i congressisti. Cosa succede se si fa un congresso a Stresa? La gente dopo il congresso, la sera prede la macchina e va in Svizzera. Perché là c'è il gioco d'azzardo, ci sono i bordelli e c'è la possibilità di fare tutto" - diceva Cirio ricevendo un caloroso consenso da parte dei congressisti in sala. 

Continua qui (video)

Bomba d'acqua, disagi in provincia

Allagamenti tra Quargnento e San Salvatore. Problemi a Tortona

Disagi in alcune località della provincia a causa di una cosiddetta "bomba d'acqua" che si è abbattuta, nel pomeriggio di martedì, in particolare nella  fascia tra Quargnento e San Salvatore Monferrato, con interessamento di Quargnento, Castelletto e della frazione Giardinetto. Strade allagate, un'auto fuori strada (a Giardinetto), disagi vari. 

martedì 28 maggio 2019

Lettera Ue entro venerdì, rischio multa

Secondo Bloomberg Bruxelles opterà per sanzione. Spread sale

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Dovrebbe arrivare entro il fine settimana la lettera della Commissione Ue all'Italia che chiede chiarimenti sui 'fattori rilevanti' che hanno portato all'aumento del debito. L'Italia sarà messa in guardia dal rischio di sforamento dei conti già per il 2018, come indicato anche nelle ultime previsioni economiche. La risposta italiana sarà presa in considerazione nel rapporto sul debito che la Commissione Ue sta preparando.
    Secondo Bloomberg, Bruxelles starebbe considerando di proporre per l'Italia una procedura di infrazione sul debito il prossimo 5 giugno. Citando fonti vicine al dossier, l'agenzia parla di una decisione che potrebbe aprire la strada a una sanzione da 3,5 di miliardi di euro.

Continua qui

Mario Pittoni: “Ho Lasciato La Scuola per Ribellione, Quello Che C’è da Sapere Non si Impara su Polverosi Libri”

Sono figlio della contestazione globale, erano tempi in cui ci si opponeva. Ho un padre insegnante e un fratello professore, quindi ho sempre respirato scuola e per questo sono preparatissimo. Non mi sono diplomato per ribellione“. Questo è quanto riferito all’Espresso da Mario Pittoni, senatore leghista, presidente della commissione Cultura del Senato e responsabile Istruzione della Lega.

Il parlamentare ha quindi candidamente ammesso di avere esclusivamente la licenza media e se fino a qualche mese fa era restio a divulgare la notizia – “Non lo rivelo, il mondo della scuola è pronto a massacrarti per un pezzo di carta” – oggi nell’intervista rilasciata all’Espresso si definisce “preparatissimo”.
Il settimanale ha pubblicato il suo curriculum vitae, compilato a mano e reperibile sul sito del comune di Udine, dove Pittoni è stato consigliere dal 2013 al 2018. Diverse esperienze lavorative all’attivo: giornalista pubblicista dal 1981, Pittoni ha lavorato nell’ufficio stampa di Edi Orioli, il campione della Parigi-Dakar, poi direttore della Bancarella, periodico di annunci economici, e responsabile a Udine del servizio clienti per alcuni marchi automobilistici.
Continua qui

M5s dopo il flop elettorale, Lombardi e Paragone contro Di Maio

"A breve abbiamo un'assemblea parlamentare e ne discuteremo" in quella sede. Lo ha detto il sottosegretario Stefano Buffagni

"La generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme 3-4 incarichi, per me, in qualche modo, deve essere rivista". Lo dice alle telecamere del fattoquotidiano.it il senatore M5s Gianluigi Paragone. "E' fuor di dubbio che c'è bisogno di una discontinuità. M5s - prosegue Paragone - per ripartire ha bisogno di una leadership politica non dico h24 ma non siamo lontani".
"Quando c'è una sconfitta gli errori si distribuiscono, le responsabilità si assumono, i cambiamenti si mettono in conto. La responsabilità in capo ad un solo uomo è deleteria per il MoVimento, ed è un concetto da prima repubblica. Usato e abusato da Renzi & Co. Il modello culturale di riferimento di M5S è la partecipazione. Grillo e Gian Roberto Casaleggio ci hanno insegnato a stare nel mezzo, ad ascoltare la forza dal basso delle scelte e delle idee di portavoce e attivisti". Lo scrive su Facebook l'esponente del M5S Roberta Lombardi.
"Il voto è stato un grande disastro di cui si deve assumere tutta la responsabilità Luigi Di Maio, visto che si è blindato con un regolamento che gli dà tutti i poteri". Così Elena Fattori, senatrice ribelle del M5S, in un'intervista al Corriere della Sera in cui annuncia: "In assemblea chiederò le sue dimissioni dai due ministeri. Non può fare tutto e male".

Accoltellamento a Tokyo, morta una bimba

Altre 13 alunne di scuola elementare ferite a fermata bus


(ANSA) - TOKYO, 28 MAG - E' di almeno una bimba morta e 17 feriti tra cui altre 13 alunne di scuola elementare il bilancio di un accoltellamento avvenuto stamattina a una fermata del bus nel sud Tokyo, nel quartiere Kawasaki.
    Morto anche l'assalitore, un uomo tra i 40 e i 50 anni trovato in possesso di due coltelli: sarebbe deceduto a causa di ferite al collo presumibilmente auto-inflitte. I vigili del fuoco della stazione di Noborito hanno ricevuto una chiamata di emergenza alle 7:45 ora locale (00:45 in Italia). Le studentesse - che frequentano una scuola cattolica privata della Caritas nel quartiere Kawasaki si trovavano ad una fermata dell'autobus al momento dell'attacco.
    L'incidente avviene durante l'ultimo giorno della visita di Stato del presidente americano Donald Trump a Tokyo.

Continua qui

lunedì 27 maggio 2019

Vota a 108 anni, sempre al seggio dal 1946

A Città di Castello. L'appello ai giovani: 'Non snobbate le elezioni'


Alla soglia dei 108 anni anche in questa tornata elettorale per le europee è tornata a votare Luisa Zappitelli, classe 1911, che ha così ha battuto il suo record personale, partecipando ininterrottamente a tutte le consultazioni dell'Italia democratica, dal plebiscito del 1946 ad oggi. Un impegno riconosciuto e sottolineato anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 
Intorno alle 11 la signora Luisa si è presentata al seggio numero 10 di San Pio, il quartiere di Città di Castello dove abita, accompagnata dai figli Anna e Dario Ercolani e dalla nipote Natascia. Accanto a lei anche il comandante della polizia municipale, Joselito Orlando e alcuni agenti della polizia. 
Luisa Zappitelli ha invitato i giovani "a non snobbare le elezioni, perché è questo il modo che hanno i cittadini di far sentire la loro voce nelle democrazie".
Continua qui

“Il nostro Montebore ad Amboise per celebrare il genio di Leonardo”

Su invito del governo francese il formaggio sarà presente in Francia all’inaugurazione della mostra per celebrare i 500 anni della morte del Genio del Rinascimento

MONGIARDINO LIGURE
Siccome nel 1489 Leonardo da Vinci scelse di inserire il Montebore nel menù del banchetto di nozze tra Isabella d’Aragona e Gian Galeazzo Sforza, cerimonia celebrata a Tortona, il formaggio oggi sarà presente ad Amboise, in Francia, all’inaugurazione della mostra dell’artista Corrado Veneziano, inserita nel progetto internazionale denominato «Leonardo Atlantico», in programma in vari Paesi europei per celebrare i 500 anni della morte del Genio del Rinascimentoper eccellenza, che era anche un raffinato gourmet.
L’evento di Amboise è promosso dal governo francese e dalla municipalità della cittadina del dipartimento dell’Indre e Loira. Il Montebore è fornito da Vallenostra, la cooperativa di Mongiardino Ligure che nel 1999 ha riscoperto la ricetta del formaggio evitando che cadesse nel dimenticatoio: era ricordata solo da un’anziana contadina.
«Il nostro Montebore - spiega Roberto Grattone, di Vallenostra - è stato inviato nei giorni scorsi in Francia per questa importante ricorrenza. Per noi è un grande onore essere stati invitati ad Amboise. Abbiamo voluto, per l’occasione, far conoscere anche altri prodotti valborberini, come il vino Timorasso, anch’esso presente all’inaugurazione della mostra dedicata a Leonardo».
Continua qui

Greta “vince” le elezioni europee: le istanze ambientaliste hanno la maggioranza

Greta “vince” le elezioni europee: le istanze ambientaliste hanno la maggioranza
Piazze piene, urne pure. Anche i popolari alzano bandiera bianca e promettono di andare incontro alle istanze ambientaliste. Exit poll e risultati sorridono ai verdi, che sono riusciti a imporre la loro agenda anche agli altri partiti di centrosinistra


Greta “vince” le elezioni europee: le istanze ambientaliste hanno la maggioranza

Serve ancora tempo per capire i rapporti di forza nel Parlamento europeo che verrà. Ma alla chiusura delle urne un dato sembra chiaro a tutte le forze politiche progressiste, liberali e popolari: la questione ecologista non può più essere ignorata. Ed è balzata in cima all’agenda dei principali gruppi dell’Eurocamera, compresi quelli che potrebbero comporre la nuova maggioranza.
L’onda verde è anche il risultato dell’attivismo di Greta Thunberg, liceale svedese ed eroina degli ecologisti. I suoi “Venerdì per il futuro” hanno animato le piazze europee per mesi, portando alla ribalta l’emergenza climatica e i danni dell’inquinamento da CO2.
I partiti verdi crescono ovunque nei Paesi più industrializzati d’Europa, con un exploit in Germania che li porta sopra il 20%, catapultandoli al secondo posto nello scacchiere politico tedesco. Vanno forte anche in Francia, dove arrivano terzi con circa il 13% e in Regno Unito, dove sono accreditati nelle proiezioni poco sotto il 10%. I verdi italiani sono i grandi assenti di questa tornata, accreditati nei primi exit poll largamente al di sotto della soglia di sbarramento al 4%. 

Continua qui

Instabilità e TEMPORALI sino a fine mese ma per giugno arrivano delle novità...

Scenari di tempo incerto, con frequenti annuvolamenti, precipitazioni e temporali caratterizzeranno l'ultima settimana di maggio. Poi si aprono degli spiragli d'estate nella prima decade di giugno.


Questa sera arrivano importanti conferme circa una seconda perturbazione prevista raggiungere le regioni del nord parte di quelle centrali tra martedì mercoledì. La dinamica messa in luce dai modelli di previsione, avrà origini ben più fredde rispetto al vortice che sta interessando in queste ore soprattutto il centro ed il sud. La nuova perturbazione in arrivo nella metà della settimana prossima, trasporterà nel suo grembo, masse d'aria polari-marittime che saranno responsabili di nuovi temporali al nord, associati a locali grandinate e colpi di vento e seguiti da un effimero ma sensibile calo delle temperature. Ecco la previsione sulla probabilità di pioggia con accumuli abbastanza rilevanti, calcolata dal modello americano nella notte tra martedì e mercoledì:

Nella seconda metà della settimana, il vortice ciclonico è previsto spostarsi verso le regioni del centro Italia, laddove è prevista ancora qualche nota di instabilità essenzialmente concentrata nelle zone interne durante le ore più calde del giorno. Nel complesso, la perturbazione raggiungerà questo settore d'Italia in forma più attenuata, pertanto non sarà più in grado di recare precipitazioni e temporali organizzati.

Continua qui