mercoledì 29 giugno 2011

Sanità, la scure di Burlando tagliati oltre cento dirigenti

Dopo le nomine dei nuovi direttori generali, la Regione riparte con la razionalizzazione. Primo obiettivo: ridurre i costi per i vertici

di AVA ZUNINO

Centoundici teste servite su un piatto ai nuovi direttori generali delle Asl liguri: il giorno dopo le nomine, il presidente della Regione Claudio Burlando annuncia che è in dirittura d´arrivo l´atto di riorganizzazione delle strutture complesse della sanità ligure. «Togliamo 111 posizioni apicali - spiega il presidente - ma sia chiaro che queste persone vanno rispettate ed utilizzate». Spariranno, invece, le strutture che dirigono e i relativi primari e dirigenti saranno dirottati su altre strutture oppure, se saranno nelle condizioni, potranno esercitare eventualmente l´opzione del pensionamento.


Continua qui
 

Nessun commento:

Posta un commento