domenica 14 agosto 2016

Novarese di 55 anni muore nel bosco dopo la puntura di due vespe

Novara 
 
E’ morta per lo choc anafilattico provocato dal pungiglione di due vespe. La novarese Patrizia Cottarelli, 55 anni compiuti a luglio, stava facendo una passeggiata con il marito Bruno Testori, agente della polizia provinciale. Era poco prima delle 9 di venerdì nel bosco di Malesco, in valle Vigezzo.

Camminando la donna ha calpestato un nido delle vespe che si rifugiano nel terreno: «In un attimo si è liberato lo sciame - ha raccontato il marito - e due insetti sono riusciti a morsicare Patrizia alla mano e sotto l’ascella. Ha fatto in tempo a percorrere meno di 10 metri. Mi ha detto che le mancava il fiato, le faceva male la mano, non si sentiva bene e che sarebbe stato meglio andare al più vicino punto di soccorso medico. A quel punto ha perso conoscenza e si è accasciata».

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento