venerdì 30 giugno 2017

Fossano, sparisce Johnny lo zingaro ergastolano in semilibertà

Tirato in ballo anche nella morte di Pier Paolo Pasolini , Giuseppe Mastini non si è presentato alla scuola di  polizia penitenziaria di Cairo Montenotte, nel Savonese, dove era stato assegnato  per svolgere un periodo di lavoro esterno. 




Giuseppe Mastini -  detto anche lo zingaro Johnny lo Zingaro -  non si è presentato alla scuola di  polizia penitenziaria di Cairo Montenotte, nel Savonese, dove era stato assegnato dal tribunale di sorveglianza per svolgere un periodo di lavoro esterno.  Dal 1989 è condannato all’ergastolo e sta scontando la pena nel carcere di Fossano. Il suo curriculum criminale conta una lunga serie di morti ammazzati.
La sua amicizia con Giuseppe Pelosi gli è valsa anche il sospetto di essere stato complice nell’omicidio di Pier Paolo Pasolini. Secondo gli investigatori, infatti, Pelosi non agì da solo nell’omicidio dello  massacrato all’Idroscalo di Ostia nella notte tra l’ 1 e il 2 novembre del  1975.   Mastini però ha sempre negato di avere avuto un ruolo in quella vicenda.
Ammesso al lavoro esterno alla scuola di polizia penitenziaria di Cairo Montenotte, questa mattina non si è presentato e dalle 8 non si trova da nessuna parte. Tecnicamente però non può ancora essere considerato evaso perché ha tempo fino alle 19.30 per presentarsi nel carcere di Fossano.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento