venerdì 12 febbraio 2016

Amici da tutto il mondo per l’ultimo saluto a Giulio Regeni

A Fiumicello i funerali del ricercatore morto in Egitto. La famiglia: «Niente riprese tv». Continuano le indagini: la polizia lo identificò giorni prima della sua scomparsa

Molta gente, moltissimi giovani da diverse parti del mondo, hanno voluto dare l’ultimo saluto a Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano ucciso al Cairo dopo giorni di torture. Nella palestra di Fiumicello, in provincia di Udine, non c’erano né passerelle né bandiere, e non erano ammesse televisioni così come chiesto dalla famiglia.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento