sabato 27 febbraio 2016

Furti nelle abitazioni, Asti al secondo posto in Italia dopo Ravenna

Asti - La fotografia è quella dei reati denunciati dagli astigiani nel 2014 con dati Istat. Analizzandolo emerge un quadro a volte non aderente alla realtà, perchè per paura, vergogna o scarsa entità del danno non tutti i reati vengono denunciati.

Batterie di ladri pendolari 

Il dato più preoccupante è quello dei furti in abitazione. Un flagello che già nel 2014 vedeva Asti al secondo posto in Italia (dopo Ravenna) con 794 furti in abitazione ogni 100 mila abitanti. La classifica, infatti prende in considerazione il numero dei reati rapportandoli a 100 mila abitanti. Strettamente collegato a questo fenomeno (e meritevole di un bollino rosso) sono le rapine in casa: 9,6. Dalla casa alla strada la merce preferita da rubare sono le auto: 259 quelle in sosta, 102,4 le altre. Dai furti in casa agli omicidi per rapina il passo è corto e il dato è ancora da bollino rosso: 0,5 (Manuel Bacco, tabaccaio di corso Alba) e sono 0,9 quelli volontari ( Elena Ceste).

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento