giovedì 3 dicembre 2015

La crisi del turismo in Liguria, confronto impietoso con Nizza

BORDIGHERA (IM) - Passano in tanti, vengono in pochi e restano sempre meno. E' il quadro del turismo nella provincia di Imperia tracciato da uno studio della Cgil e discusso nel corso dell'ultima puntata di "Nessun Dorma".

Ad emergere dalla ricerca è in particolare il confronto impietoso con la Costa Azzurra. La sola città di Nizza registra infatti 4.6 milioni di visitatori all'anno contro i soli 4 di tutta la regione Liguria. I pernottamenti sono poi 28 milioni nella città francese, 13.5 in Liguria. Numeri sconcertanti, dovuti in particolar modo a una scarso utilizzo delle nuove tecnologie da parte degli operatori del settore, a uno scarso spirito di innovazione e a un turismo troppo legato alla stagione estiva e alle previsioni del tempo.

"La provincia di Imperia nel 2014 ha avuto un risultato devastante. Mentre la crisi nel lavoro dipendente è stato attutita dagli ammortizzatori sociali in deroga, nel lavoro indipendente si è registrato un calo del 60% rispetto al 2008", spiega Marco De Silva, dell'ufficio economico della Cgil Liguria. "Sarebbe il caso che questi dati fossero accessibili, cosa che non è. Ad esempio, pare che i dati di questo 2015 siano confortanti. Pare perché bisogna estrarli dalla stampa locale e non da fonti ufficiali".


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento