mercoledì 7 settembre 2016

Il terremoto ha 'allargato' l'Appennino di circa 4 centimetri

La deformazione misurata dalle stazioni Gps

Il terremoto del 24 agosto nel reatino ha provocato 'l'allargamento' dell'Appennino di 3-4 centimetri tra il Tirreno e l'Adriatico: è quanto mostrano i dati delle stazioni Gps (Global Positioning System) installate a Terra. Queste ultime, dopo i satelliti, hanno misurato lo spostamento del suolo causato dal sisma. Le stazioni appartengono alla Rete Integrata Nazionale Gps di Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e Dipartimento della Protezione Civile.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento