martedì 22 marzo 2016

Attacco all'Europa, terrore a Bruxelles: attentati in aeroporto e nel metrò. I media: "Almeno 34 morti". Is: "Siamo stati noi". Due fermati e 5 ricercati

Più di 200 i feriti. Le deflagrazioni hanno colpito lo scalo internazionale Zaventem nella hall delle partenze, accanto al banco della American Airlines. Bomba alla fermata Maelbeek, vicino alle sedi delle istituzioni Ue

BRUXELLES -  Bruxelles, il cuore dell'Europa, è sotto attacco. Prima due esplosioni all'aeroporto di Zaventem, alle 8 del mattino, hanno ucciso almeno 14 persone. Ad agire sarebbe stato almeno un kamikaze. Un'ora dopo un'altra bomba è esplosa in centro, alla fermata di metro Maelbeek, vicino alle istituzioni europee, uccidendo almeno 20 persone. In totale i feriti sono più di 230 (mappa) e fra questi ci sarebbero anche tre italiani, ma con lesioni lievi. Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità degli attentati di Bruxelles, attraverso l'agenzia di stampa Amaq. Un altro assalto all'Europa, che segue di tre giorni l'arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gli attentati di Parigi del 13 novembre.

Due fermati e 5 ricercati. Due sospetti sono stati arrestati a un paio di chilometri della stazione di metro di Maelbeek, alla Gare du Nord, ma la caccia all'uomo riguarda 5 persone individuate dalle immagini della videosorveglianza. La polizia ha diffuso una foto dei tre presunti attentatori all'aeroporto di Zaventem: due sono vestiti in abiti scuri e secondo gli inquirenti potrebbero essere morti nell'attentato, mentre il terzo con una giacca chiara e un cappello è tuttora ricercato. Come è accaduto nei giorni successivi alle strage di Parigi, la Procura ha chiesto ai media di non pubblicare alcuna informazione sulle operazioni in corso.

Continua qui

 
VIDEO L'esplosione - La fuga 1 - 2 / La devastazione / - Due arresti alla stazione del Nord

Stato di massima allerta anche nelle città italiane

Bruxelles, allerta a traforo Monte Bianco

Bruxelles, il racconto di una testimone che viaggiava nella metro

Terrore a Bruxelles, il racconto dei testimoni: "orrore alla metro, c'era gente con la faccia bruciata, non sapevano dove si trovavano"

Bruxelles sotto attacco: neonato portato in salvo subito dopo l'esplosione

Nessun commento:

Posta un commento