giovedì 16 novembre 2017

L’Inps chiede un centesimo ad un’azienda di Imperia: “Noi prigionieri del Durc”

Imperia. Un computer preciso fino al centesimo. E’ proprio il caso di dirlo. Tanto preciso che ha bloccato le commesse di un’azienda di Imperia, la “Neon Riviera” di via Magenta. Impresa artigianale storica rimasta “prigioniera” della burocrazia tanto da vedersi negare il Durc, ovvero l’attestazione della regolarità contributiva Inps per l’aggiudicazione dell’appalto o per la stesura del contratto. Trattandosi spesso di lavori che si protraggono nel tempo, il documento di regolarità contributiva viene richiesto anche per il pagamento delle fatture e dello stato avanzamento lavori e per il saldo finale.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento