venerdì 18 maggio 2018

Meteo week-end: chi rischia il TEMPORALE?

Sarà un fine settimana discreto sull'Italia, ma attenzione ai rilievi e a parte delle pianure dell'Italia settentrionale. 

 

La prima mappa mostra la situazione attesa in Italia nel pomeriggio di sabato 19 maggio.

 

Il tempo migliore lo avremo lungo le coste, sulle Isole e al meridione, a parte qualche piovasco sulla Sicilia settentrionale. Ampi spazi soleggiati saranno presenti anche sulla Pianura Padana centro-orientale.
Sulle restanti zone la mattinata partirà bene, con tempo soleggiato, mentre nel pomeriggio l'atmosfera diverrà un po' irrequieta specie su Alpi, Prealpi, Piemonte (specie in serata), Appennino Ligure e Tosco Emiliano.
Temporali "di calore" si origineranno anche nelle zone interne centrali poste tra Lazio, Abruzzo e nell'entroterra della Campania.


Domenica 20 maggio (seconda mappa) l'attività temporalesca tenderà un po' ad accentuarsi al nord, ma sarà sempre limitata alle ore pomeridiane (al mattino il tempo resterà nel complesso buono).
Le zone interessate saranno le stesse del sabato, ma con maggiore rischio di sconfinamenti verso le aree pianeggianti adiacenti ai rilievi tra pomeriggio e sera.
Al centro comparirà qualche temporale nelle zone interne della Sardegna e lungo tutta la dorsale dell'Appennino, ma con basso rischio di sconfinamento lungo le coste (dove il tempo resterà abbastanza buono fino a sera).

Continua qui 

Ultime ore:
EMILIA-ROMAGNA: 50mm d’acqua in 21 minuti: questa la portata della bomba di acqua e grandine che si è riversata nel pomeriggio di giovedì 17 maggio nel comprensorio di Lugo di Romagna. Il dato è il più alto in tutto il territorio regionale. L’intensità del temporale è stata circa doppia rispetto alle più intense precipitazioni della giornata (la più alta dopo Lugo è di 26,4 millimetri nelle colline imolesi).

La nuova offensiva TEMPORALESCA del 21-22 maggio: dettagli!

Nessun commento:

Posta un commento