giovedì 5 marzo 2015

Salerno Reggio Calabria chiusa per crollo: muore operaio

Cede campata, schianto su pilone del viadotto «Italia». La caduta trascina un addetto che ha perso la vita dopo volo di 80 metri. «Sicurezza a rischio» e traffico bloccato.

Una fetta d'asfalto e cemento lunga come un mezzo campo da calcio precipitata nel vuoto. Giù per ottanta metri. La campata stradale ha ceduto d'improvviso. Uno schianto secco. Nel crollo è morto un operaio, un venticinquenne, Adrian Miholca, rumeno. È successo lunedì sera sulla Salerno Reggio-Calabria, nel Cosentino, in un cantiere sul viadotto «Italia», il più alto della Penisola e il secondo in Europa. Un disastro

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento