lunedì 19 dicembre 2016

Turchia, ucciso ambasciatore russo Andrey Karlov. Morto l'attentatore: poliziotto di 22 anni

Il diplomatico raggiunto da colpi di arma da fuoco all'inaugurazione di una mostra di fotografica. Altre tre persone a terra. L'aggressore ucciso dalle forze speciali, si era diplomato due anni fa all'accademia di polizia di Smirne. Mosca: "Atto terroristico, un giorno tragico per la diplomazia"


ANKARA - L'ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è stato ucciso in un attentato. Colpito a morte mentre parlava a una mostra fotografica da un poliziotto che per entrare alla Galleria d'arte ha mostrato il tesserino. Giacca nera e cravatta, la pistola in pugno, ha cominciato a sparare gridando "vendetta" e poi "Aleppo" o "noi moriamo in Siria voi morite qua".

Il diplomatico si è accasciato a terra, ha ricevuto le prime cure sul posto ma non è stato neanche trasportato in ospedale, sarebbe stato inutile. Le forze speciali turche hanno fatto irruzione nella galleria d'arte e ucciso l'aggressore che continuava a sparare. "Non uscirò vivo da qui, non vi avvicinate!", gridava. Sul pavimento, i corpi di altre persone.


Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento