giovedì 19 febbraio 2015

Giovani, studio e lavoro: peggio dell'Italia solo la Grecia

Sono due milioni e mezzo i giovani che non studiano né lavorano, il 26% degli under 30. Solo Atene (28,9%) fa peggio.Il rapporto Istat: una famiglia su quattro in disagio economico. Ma l'imprenditorialità è dinamica e scende la quota di chi teme la criminalità

MILANO - Sono due milioni e mezzo i giovani tra 15 e 29 anni che non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet. Dati del 2013 alla mano, si tratta del 26% degli under 30, più di 1 su 4. Lo rileva l'Istat nel rapporto Noi Italia, nel quale raccoglie le principali statistiche sul Paese. Nell'Unione europea peggio fa solo la Grecia (28,9%). Ne abbiamo il triplo della Germania (8,7%) e quasi il doppio della Francia (13,8%). Intanto la popolazione italiana invecchia. Al primo gennaio 2014 ci sono 154,1 anziani ogni 100 giovani. La Liguria si conferma la regione più anziana, mentre la Campania è la regione più giovane. In Europa solo la Germania presenta un indice di vecchiaia più accentuato (158,4).

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento