lunedì 26 gennaio 2015

Costa, il pm chiede 26 anni e 3 mesi per Schettino

Il comandante accusato di naufragio colposo, omicidio, lesioni, abbandono della nave e mancate comunicazioni. L’accusa: «Incauto idiota». La sentenza attesa per il 10 febbraio. Previsto l’ arresto immediato in caso di condanna in primo grado
 
inviata a Grosseto 
 
Nove anni per naufragio colposo, 14 per omicidio e lesioni colpose plurime, 3 per abbandono nave, 3 mesi per mancata comunicazione alle autorità. E ancora: interdizione perpetua dai pubblici uffici, interdizione legale per la durata della pena e arresto immediato in caso di condanna in primo grado. Ecco la richiesta di condanna avanzata dalla procura di Grosseto per l’ex comandante della Costa Concordia, naufragata la notte del 13 gennaio 2012 davanti all’isola del Giglio. Una richiesta pesante per un episodio altrettanto pesante, infangato dalla «pratica dell’inchino» a nemmeno mezzo miglio dalla costa dell’isola e a una velocità di quasi 15 nodi e l’abbandono della nave da parte di Francesco Schettino.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento