domenica 7 giugno 2015

L’ex manager Ama accusa Alemanno

Nuovo filone di inchiesta su un presunto caso di finanziamento illecito da 400 mila euro Gramazio si difende davanti al gip: “Mai preso una lira, non ero al servizio di nessuno”
 
Altri guai in vista per Gianni Alemanno. Il filone d’indagine in Mafia Capitale che riguarda un ex assessore comunale, Marco Visconti, suo delfino, in verità riguarda soprattutto lui, l’ex sindaco. Sono indagati tutti e due per un finanziamento illecito da 400 mila euro di Salvatore Buzzi.
Sia Alemanno, sia Visconti, sono finiti nei guai per la testimonianza di Franco Panzironi, manager vicinissimo all’ex sindaco. Panzironi, detto «Il Tanca», è stato amministratore delegato dell’Ama ed è stato rinviato a giudizio nel 2012 per oltre 841 assunzioni irregolari. Nella prima inchiesta Mafia Capitale era tra gli arrestati. Secondo i pm, il suo ruolo sarebbe stato quello di fare da cerniera per gli appalti assegnati sui rifiuti. Panzironi è uno che sa, insomma. E sta collaborando con la procura. 

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento