mercoledì 10 giugno 2015

Mafia Capitale, proteste e insulti in Campidoglio. M5s e CasaPound: "Dimettetevi tutti"

I grillini, gli estremisti di destra, Ncd, FdI e Noi con Salvini in piazza e in aula. Il cartello con la scritta 'Onestà' lasciato anche sulla statua del Giulio Cesare. Fiano (Pd): neofascismo in diretta. Grillo: "Il Comune va disinfestato". Arrestate altre cinque persone per gli appalti truccati, si è dimesso Marco Vincenzi, presidente del gruppo del Pd alla Regione Lazio

Clima teso, spintoni e Palazzo Senatorio blindato in Campidoglio dove, durante la seduta del consiglio comunale alla presenza del sindaco di Roma Ignazio Marino, è stata votata e approvata la surroga dei consiglieri che sono stati arrestati nell'ambito dell'inchiesta su Mafia Capitale. "Mafiosi fateci entrare". "Te ne vai si o no", hanno urlato dalla piazza. La protesta dei dipendenti della Multiservizi, arrivati con i loro striscioni per partecipare alla seduta dell'assemblea, si è unita a quella di Casapound e del Movimento 5 Stelle, i cui rappresentanti regionali e comunali sono stati poi bloccati, in parte, fuori dal portone dell'ingresso della Lupa riuscendo poi a entrare in aula.

Continua qui

Nessun commento:

Posta un commento